Procedura Controllo Ugelli su Stampante Epson

Test_Controllo_Ugelli_Stampante_Epson

Come preannunciato nella parte finale del post che ha riguardato un particolare problema riscontrato su alcuni modelli di stampanti epson inkjet,
cioè il difetto relativo alla stampa a strisce o con striature,
rispolveriamo un nostro cavallo di battaglia cioè un piccolo trucco che ci permette di comprendere in maniera semplice come fare per definire quali sono quei colori difettosi che vanno ad incidere senza dubbio sulla qualità della nostra stampa.

Per comprendere al meglio quali colori sono difettosi dobbiamo procedere con un test di controllo ugelli,
un test che generalmente va lanciato da computer,
eccezion fatta per quei modelli inkjet dotati pannello di controllo touch screen sulla stampante,

grazie ai quali possiamo effettuare il test ugelli senza intervenire da pc

La stragrande maggioranza dei modelli epson di vecchi generazione però non ha display a colori ne tanto meno touch screen,
quindi bisogna intervenire da computer per lanciare il nostro test controllo ugelli che indipendentemente da quale modello Epson stiamo utilizzando va ricercato nelle
preferenze di stampa – utility o manutenzione – controllo ugelli,
a questo punto la stampante effettuerà una breve stampa con un motivo che riporta i  4 o 6 colori che fanno parte della stampante,
vedi figura in alto,
se tra questi notiamo un colore assente o la qualità già a prima vista risulta scadente allora è molto probabile che il difetto di qualità di stampa sia imputabile proprio a quella cartuccia.

Nell’immediato la soluzione più rapida è quella di effettuare una pulizia delle testine e di seguito un nuovo controllo ugelli,
se il difetto persiste è possibile passare a tecniche avanzate come ad esempio il liquido sblocca testine negli ugelli al posto della pulizia testina da software,
anche questa procedura è stata da noi spiegata e proposta diverse volte in passato,
in entrambi i casi si tratta di soluzioni low-cost,anche se tra la due operazioni l’ultima con il liquido sblocca testine si lascia preferire soprattutto per i costi molto più economici rispetto alla procedura pulizia testine con cartucce in quanto quest’ultime nel giro di pochi cicli di pulizia potrebbero scaricarsi senza aver risolto il problema e per giunte senza che siano state utilizzate per qualche stampa.

 

Incoming search terms:

Smontare Testina su una Epson Stylus Photo

Uno dei problemi principali riscontrati con le Stampanti Epson inkjet è senza dubbio quello relativo alla qualità delle stampe,
abbiamo già trattato in passato questo argomento spiegando che nella stragrande maggioranza dei casi il problema è relativo alla testina di stampa e nello specifico agli ugelli di stampa che intasandosi non permettono all’inchiostro di passare, perlomeno non in maniera perfetta quindi la qualità delle stampe può risultare scadente o addirittura pessima.

Abbiamo postato diversi articoli in cui abbiamo spiegato come procedere per la pulizia delle Testine,
lo abbiamo fatto negli articoli in cui abbiamo spiegato la procedura da effettuare da Pc per poter procedere con Pulizia testina e di seguito con Controllo degli ugelli,
una stampa che mostra lo stato attuale dei colori della stampante e se la procedura di Pulizia testina ha iniziato a dare qualche frutto oppure no.

In seguito siamo passati a metodi alternativi,
uno su tutti lapulizia delle testina mediante del liquido sblocca testine, un particolare liquido che serve per sciogliere eventuali incrostazioni negli ugelli,
il vantaggio dell’utilizzo di questo sistema rispetto alla pulizia da PC è che con questo sistema si evita di sprecare inchiostro ed in alcuni casi riesce a dare risultati migliori rispetto alla procedura classica indicata dal produttore.

Se con nessuno di questi sistemi si riesce a risolvere il problema, allora le strade che rimangono da percorrere sono 2,
buttare la Stampante e comprarsene una nuova oppure procedere con la pulizia della testina di stampa manuale,
in parole povere dobbiamo smontare la testina di stampa e sostituirla oppure provare a  pulirla più accuratamente di quanto non abbiamo fatto con il liquido sblocca testina.

Per procedere con lo smontaggio delle Testina bisogna smontare la Stampante, individuare le varie parti che compongono la testina di stampa e quindi di seguito procedere con lo smontaggio,
è un’operazione non semplicissima e generalmente viene effettuata solo nei Centri specializzati Epson,
visto però il costo che può avere un’operazione del genere,
indichiamo una possibile strada alternativa,
non certo facile ma come ultima alternativa a costo zero o quasi,
quella di smontare la testina da soli.

Per eseguire questa procedura invitiamo a dare uno sguardo a questo service manual

Nella parte relativa al disassemblaggio del meccanismo di stampa, troviamo la procedura relativa allo smontaggio della Testina di stampa, per avere un quadro preciso della situazione suggeriamo di dare uno sguardo alle pagine che vanno dalla numero 88 alla numero 92,
con questo non possiamo dare la certezza di risolvere il problema ma sicuramente ci sono maggiori probabilità di riportare la stampante ad una qualità di stampa decente.

Incoming search terms:

Perché le Cartucce Epson possono durare meno di quanto dovrebbero?

 

Nell’ultima serie di articoli firmati Stampanti Epson stiamo cercando di scoprire quella che è la durata dichiarata dal produttore su specifici codici di cartucce originali,
ci stiamo soffermando inizialmente su alcuni dei codici di cartucce a più alta rotazione,
ma il discorso in generale abbraccia tutte le tipologie di cartucce inkjet epson.

In primo luogo abbiamo detto che la durata dipende molto dalla tipologia di stampe che andiamo ad effettuare,
se stampiamo foto o comunque immagini ad alta Risoluzione e nella migliore qualità possibile è normale che la durata di una cartuccia cali drasticamente rispetto a quella che è la resa normale,
c’è però un’altra variabile che incide molto sulla durata di queste cartucce,
e sono i cicli di pulizia cartucce,
un argomento di cui abbiamo parlato tantissimo nei primi mesi di nascita del blog e che periodicamente rispolveriamo in quanto è uno dei principali se non il problema numero 1 riscontrato sulle Stampanti inkjet Epson.

Se da anni utilizzi una Stampante Epson è quasi impossibile che non abbia mai avuto la necessità di effettuare qualche ciclo di pulizia delle testine,
in maniera tale da sbloccare eventuali intasamenti degli ugelli,
non abbiamo percentuali in merito,
comunque di regola se il problema viene preso per tempo dovrebbe risolversi con alcuni cicli di pulizia testine;
altrimenti bisogna passare alle fasi successive quali ad esempio pulizia degli ugelli con dei liquidi sblocca testine oppure smontaggio della testina di stampa,
prendendo per buono che con i cicli di pulizia delle Testine risolviamo il problema e la stampante torna nuovamente a stampare in maniera corretta,
il prezzo da pagare sarà quello di dover fare i conti con delle cartucce di stampa a questo punto quasi scariche,
puoi ben capire che allora la durata delle cartucce non sarà certamente quella dichiarata dal produttore ma bensì una resa molto ma molto di meno inferiore!

Proprio per questo diciamo di prendere sempre con le pinze la durata dichiarata delle cartucce inkjet per i motivi sopra spiegati,
a differenza per esempio delle Cartucce Laser in quanto per questa tecnologia di stampa non sono necessari cicli automatici di pulizia e quindi la durata delle Cartucce stesse sarà più o meno quella dichiarata dal produttore.

 

 

Come sbloccare le Testine Epson: Metodo Alternativo!

 

Qualche settimana fa abbiamo spiegato una possibile procedura da effettuare manualmente per sbloccare testine di stampa intasate,
in questo articolo suggeriamo di dare uno sguardo a questo video,
caricato da alcuni ragazzi che spiegano una possibile strada da intraprendere per poter risolvere un dei problemi più frequenti con cui gli utilizzatori di stampanti epson si vanno a scontrare,
cioè il problema dell’intasamento della Testina di stampa e di conseguenza una scarsa qualità delle stampe.

Nel video viene suggerito l’utilizzo di Alcol Etilico,
che viene “sparato” direttamente negli ugelli presenti nella Testina di stampa,
l’operazione va eseguita con l’ausilio di una siringa e va effettuata per diverse volte fin quanto non si riesce a risolvere,
il  Video è ben fatto e ti consiglio di seguirlo attentamente anche perché dura poco più di 3 minuti,
quindi non ti ruba molto tempo.

In linea di massima è molto simile alla procedura da noi spiegata un po’ di tempo fa,
anche se dobbiamo esser sinceri questa procedura sopra spiegata è migliore,
sfruttando l’ausilio del Video l’utente ha la possibilità di comprendere meglio come procedere,
l’unica contraddizione sta nel fatto che nel Video si dice che non bisogna smontare niente,
in questo caso diciamo che è vero solo in parte,
non va smontata la testina che come vediamo rimane fissata all’interno della stampante,
ma vanno però smontate alcune parti della stampante come puoi vedere,
in pratica come puoi ben vedere:
rimane la struttura portante della stampante ma tutto il resto viene tolto per dare la possibilità all’utente di procedere al meglio.

Detto questo abbiamo deciso di condividere il Video essendo a nostro parere molto utile per la comunità di persone che utilizzano ogni giorno una Stampante Epson inkjet e sono alla costante ricerca di possibili soluzioni ai vari problemi che possono verificarsi con l’utilizzo della stessa,
va però  chiarito che lo smontaggio di una Stampante Epson di nuova generazione,
vedi ad esempio una Epson BX oppure una Epson PX non ha niente a che vedere con lo smontaggio di una vecchia Epson DX come da video,
molto più semplice essendo queste vecchie stampanti  più semplici rispetto a tutta la nuova gamma di Stampanti Multifunzione attualmente in produzione.

 

 

 

 

Incoming search terms:

Pulizia delle testine su una Stampante Brother II parte

Dopo aver introdotto l’argomento relativo alla pulizia delle testine sulla serie di Stampanti Brother a getto d’ inchiostro ed aver conosciuto quelle che in parte sono le principali cause che portano al progressivo deterioramento della qualità delle stampe,
andiamo a vedere le possibili procedure per tentare perlomeno di rimettere in sesto la stampante e poter proseguire con le stampe,
ciò che trovi scritto nelle prossime righe è quello che trovi anche all’interno della di supporto tecnico nel sito Brother Italia,
ed in parte anche la procedura  all’interno dei manuali di quasi tutte le stampanti brother serie DCP ed MFC.

Per Pulire le Testine su una Stampante Brother procedere così:

Premere il tasto Ink, Ink/Reports, Ink Management oppure Gestione Inchiostri,
il tasto più comune perlomeno nelle stampanti commercializzate in Italia.

Usare i tasti di navigazione su o giù per selezionare PULIZIA.

Premere Menu/Set per confermare la propria scelta.

Usare i tasti di navigazione su o giù per selezionare il colore che non sta stampando
-Oppure-
Selezionare TUTTO se più di un colore non sta stampando.

Premere Menu/Set per confermare la propria scelta.

La macchina dovrebbe iniziare automaticamente la pulizia, e il display LCD alternativamente mostrerà “PULIZIA” e “PREGO ATTENDERE”. Quando la macchina completa il suo ciclo di pulizia, il display LCD mostrerà data e ora.

A questo punto procedere con test di verifica stampando “Foglio di verifica Qualità di Stampa”:

Premere il tasto Ink, Ink/Reports, Ink Management oppure Gestione Inchiostri.

Usare i tasti di navigazione su o giù per selezionare PROVA di STAMPA.

Premere Menu/Set per confermare la propria scelta.

Usare i tasti di navigazione su o giù per selezionare QUALITA’ di STAMPA.

Premere Menu/Set per confermare la propria scelta. Premere il tasto
Inizio (Colore)
per stampare il foglio di Test.

Se uno o più colori mancano ancora dalla pagina stampata, ripetere i passaggi per la pulizia della testina di stampa elencati sopra per altre 4 volte o più .

Dopo ogni pulizia, stampare la pagina di verifica della Qualità di Stampa per verificare se ci sono stati miglioramenti.

A questo punto se la Stampante era ancora in condizioni decenti dovresti aver risolto il problema,
altrimenti bisogna passare al livello successivo di pulizia delle testine.

Se vuoi conoscerlo allora leggi il prossimo post correlato.

Incoming search terms:

Come pulire le Testine su una Stampante Brother Inkjet

 

Continua la serie di articoli dedicati alla pulizia delle Testine sulle Stampanti a getto di inchiostro con un articolo dedicato proprio alla procedura di pulizia su Stampanti Multifunzione Brother a getto di inchiostro appartenenti alla serie MFC oppure DCP.

Nel corso degli anni Brother ha apportato molti accorgimenti alle proprie Stampanti portandole ai livelli di Stampanti ben più conosciute e rinomate come HP, Canon ed Epson,
considerando anche  la prolificità per quel che riguarda le periferiche Laser semplici e Multifunzioni possiamo tranquillamente affermare che Brother è a tutti gli effetti tra le aziende migliori del settore nonostante si stia scontrando con colossi veri e propri,
torno a ribadire:
HP, Epson,Canon, Samsung, Lexmark ecc……

Sebbene ormai le nuove inkjet siano abbastanza evolute rimane anche per Brother il problema relativo all’intasamento degli ugelli,
dovuto come al solito a 2 cause principali:
1) inutilizzo prolungato della Stampante che nel medio-lungo periodo porta inesorabilmente all’intasamento degli ugelli e quindi ad una scarsa qualità delle stampe,
oppure
2) utilizzo di Inchiostri Scadenti,
essendo le Cartucce Brother delle semplici taniche di plastiche sulle quali il produttore ad oggi ha scelto di non montare dei chip,
sono quelle più disponibili sul mercato come prodotti “alternativi”,
cioè come prodotti compatibili,
allo stesso modo sono anche le Cartucce più a basso costo,
visto che sui più grossi siti online vedi ad esempio Ebay troviamo stock di Cartucce Brother vendute ad 1 euro,
purtroppo non mi stancherò mai di dire di non fare affidamento a questa tipologia di Cartucce in quanto nella maggior parte dei casi non sono prodotte con inchiostro compatibile al 100% con l’inchiostro originale Brother,
questo vuol dire che nel medio-breve periodo sono altissime le probabilità che l’utilizzo di questa tipologia di Cartucce porti all’intasamento delle Testine di Stampa.

Se infatti da una parte Brother è indietro per quel che riguarda lo sviluppo di chip per le proprie Cartucce,
d’altra parte è stata in grado di produrre delle testine a prova di prodotto originale,
infatti sono veramente poche le cartucce compatibili vendute su queste stampanti che non provocano problemi alla testina di stampa.

Ok,
fin qui abbiamo individuato quelle che sono le cause molto probabili che portano ad avere dei difetti di stampa su queste stampanti,
nel prossimo articolo andremo ad analizzare quelle che possono essere le possibili soluzioni da attuare per poter risolvere il problema e tornare ad utilizzare al meglio la propria stampante.

Se sei tra coloro i quali hai avuto questo problema e sei arrivato a leggere fin qui,
ti chiedo il sacrificio di leggere il prossimo articolo.

Incoming search terms:

Come smontare e pulire la Testina di una Canon Pixma manualmente

 

Nella prima parte di questo articolo abbiamo visto come eseguire una pulizia delle testine su una Stampante Canon direttamente da software,
in questo caso passiamo alla fase successiva,
se i problemi persistono o comunque inizia a vedersi qualche miglioria ma nello specifico c’è qualche colore in condizioni pessime,
possiamo procedere con la pulizia manuale delle testine.

In questo caso la procedura è differente,
bisogna alzare il coperchio della stampante ed attendere che il blocco porta testine si fermi al centro della stampante,
a questo punto prima di tutto togliamo tutte le cartucce,
e le posizioniamo ad una parte sicura possibilmente in luogo in cui non possano macchiare e fare dei danni,
poi procediamo con la rimozione del blocco testina,
in questo caso basterà sollevare la levetta posta su un lato del porta testina e di seguito sganciare la testina di stampa.

Una volta rimossa la testina di stampa si possono intraprendere 2 strade,
aprire con un cacciavite la testina e pulirla da eventuali incrostazioni di inchiostro,
strada non semplice e non alla portata di tutti,
oppure procedere in maniera alternativa,
cioè inserendo del liquido pulisci testine direttamente negli ugelli in maniera tale che il liquido abbia la possibilità di sciogliere eventuali incrostazioni,
è una procedura che possiamo andare a ripetere più volte ed eventualmente controllare dopo alcuni minuti il risultato tamponando la parte bassa della testina su un panno di carta bianca assorbente.

In questo modo possiamo già vedere se ci sono alcuni colori ostruiti o meno,
naturalmente sarà necessaria una “prova del nove“,
cioè inserire nuovamente la testina di stampa nella stampante,
e montare tutte le cartucce rimosse in precedenza,
se possibile attendere qualche minuto in maniera tale che il liquido abbia la possibilità di sciogliere eventuali incrostazioni e lanciare qualche test di stampa alternato eventualmente a dei cicli di pulizia testina.

Di regola la procedura dovrebbe avere un esito positivo anche se questo non è certo,
se per esempio un colore continua a stampare male,
prima di tutto proverei con una cartuccia originale nuova,
anche perché è molto probabile che se ti ritrovi un problema del genere ciò è dovuto all’utilizzo di  cartucce compatibili,
se invece un colore non esce per niente vuol dire un’altra cosa.

Cosa vuol dire?

Leggi il prossimo post correlato.

 

Procedura di pulizia testine su una Stampante Canon

 

Con questo articolo ritorniamo a parlare di uno dei problemi più ricorrenti nelle stampanti che utilizzano taniche di inchiostro a colori separati senza testina di stampa sulle quali resta quindi un pezzo ricambio a parte,
quello relativo all’intasamento delle Testine uno dei principali problemi che le stampanti inkjet soprattutto Epson hanno evidenziato,
e di cui abbiamo già avuto modo di parlare nelle scorse settimane.

Epson però non è sola altri diretti concorrenti come Canon perlomeno sulle Stampanti Fotografiche a colori separati della serie Pixma hanno lo stesso problema,
andremo a vedere quindi come procedere in questo caso con la Pulizia delle testine.

Innanzitutto torno a  sottolineare  che Canon a differenza di Epson non produce un’ unica serie di stampanti con tecnologia di stampa a freddo e testine separate,
ma 2 diversi tipi,
nel primo caso cioè in quelle stampanti in cui le testine sono separate la stampa è a freddo questa tecnologia viene utilizzata nella maggior parte dei casi per la serie di stampanti fotografiche si in A4 che per grandi Formati A3, A2 ecc….;
mentre la linea commerciale a getto di inchiostro si distingue dal fatto che le cartucce sono già dotate di testina di stampa,
codici storici di cartucce Canon appartenenti a questa fascia sono le PG40 oppure le PG510 per citarne solo alcuni.

Per quanto riguarda la pulizia delle testine per le stampanti fotografiche Canon,
le possibili soluzioni sono molto simili a quelle che propone Epson;
generalmente la prima opzione è quella di avviare una pulizia ugelli direttamente da software,
la procedura è molto semplice:
premere Start – Pannello di controllo – Stampanti e Fax – doppio clic sulla stampante e si apre una nuova finestra – preferenze di stampa – manutenzione – pulizia ugelli.

 

Si può scegliere tra una pulizia ugelli normale ed una accurata,
oppure tra una pulizia su un solo colore e su tutti i colori,
fatto la procedura di pulizia si può stampare una pagina di controllo ugelli in cui si va  monitorare la qualità della stampa appena effettuata,
se questa rimane scadente allora dobbiamo procedere con il Piano B,
smontare la testina e procedere con una pulizia manuale;

Come si fa?

Segui il post correlato e lo scoprirai.

 

Incoming search terms:

Differenze Tra il Liquido Pulisci Testine e la pulizia da software

 

In questo articolo cerchiamo di chiudere il cerchio,
perlomeno per quello che riguarda le Stampanti Epson è le possibili procedure di pulizia delle testine effettuabili dall’utente.

Abbiamo visto come ci siano 2 differenti strade:
quella di ricorrere alla Pulizia delle testine tramite software,
cioè lanciando cicli di pulizia automatici direttamente da PC,
procedura molto semplice ma che non sempre da i risultati sperati anche perché dipende molto da quello che è lo stato in cui versa la testina stessa,
oppure procedere manualmente inserendo direttamente del liquido pulisci testina all’interno degli ugelli e solo dopo qualche ora procedere con un ciclo di pulizia.

Il vantaggio sta nell’aggirare il consumo di inchiostro necessario per la pulizia programmata da software,
già di partenza questo comporta un notevole risparmio visto che
se ad esempio hai una stampante a 4 o a 6 colori potresti consumare tutte le cartucce solo con pochi cicli di pulizia,
e se poco poco stai utilizzando cartucce originali,
vuol dire una spesa tra 50 ed 80 euro senza nemmeno avere la certezza di risolvere il problema!!!

Andiamo quindi a vedere come è fatto in pratica questo liquido magico;
la sua composizione è stata formulata partendo da una base di acqua osmotizzata,
che aiuta a sciogliere le incrostazioni che si sono depositate sulla testina,
il Liquido contiene una % maggiore di molecole di ossigeno, che consentono in modo naturale il lavaggio dei condotti senza intaccare con agenti corrosivi le delicate pareti dei canali dell’ inchiostro;
inoltre il Ph neutro di questa soluzione non corrode nel lungo periodo la piastra di silicio Micro perforata e libera da eventuali incrostazioni presenti.

L’elemento principale è il PH neutro che torno a sottolineare non corrode la piastra di silicio delle Testina di stampa,
a differenza per esempio dell’alcol che sebbene abbia lo stesso potere sgrassante potrebbe già dai primi utilizzi corrodere definitivamente la piastra e di conseguenza tutto il blocco testina,
con le conseguenze che ben conosci.

 

 

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress