Search Results for: sostituzione cartucce

Procedura di Reset per Cartucce Canon PG540 – CL541

Multipack_Cartucce_Canon_PG540_CL541

Nel precedente articolo in cui abbiamo parlato della Stampanti Multifunzione con fax Canon Pixma economiche, e nello specifico di quei modelli che utilizzano Cartucce con testina di stampa integrata, abbiamo detto che per tutti questi modelli è possibile eventualmente ovviare alla sostituzione della Cartuccia a colori, mediante una semplice procedura di Reset.

Procedura che va effettuata direttamente sulla stampante e grazie alla quale si azzera definitivamente il livello di inchiostro di una determinata cartuccia, consentendo quindi di continuare a stampare, anche se la stampante segnala la cartuccia vuota, operazione che come abbiamo visto più volte risulta complicata o non è nemmeno effettuabile sulla stragrande maggioranza dei modelli di Stampanti Epson a colori separati.

La procedura in questo caso riguarda le Cartucce Canon della serie PG540  – CL541, ma in eraltà è valida per la stragrande maggioranza di quei modelli di Stampanti canon Pixma che utilizzano come detto solo 2 cartucce con testina integrata, una volta inserita nella propria stampante giunge un messaggio che può ssere immediato oppure  dopo alcune stampe che  indica la cartuccia esaurita  e  ne richiede la sostituzione,  nella stessa finestra di dialogo che ci compare in genere se leggiamo bene ci viene indicata la procedura per far ripartire la stampante nonostante per la stampante risulti scarica e da sostituire.

La Procedura è molto semplice, nella finestra che indica cartuccia esaurita, generalmente viene indicato anche di premere il tasto di Continua stampa per procedere ugualmente con la stampa,
il messaggio può variare, su alcuni modelli il tasto viene chiamato “Arresta Ripristina”, su altri “continua stampa”oppure “Riprendi Stampa”,
in tutti questi casi il tasto è sempre lo stesso

Tasto_Reset_Canon

bisognerà tenerlo premuto per alcuni secondi, circa 7, fino a quando non scompare la schermata di blocco iniziale, dopo di ciò nel giro di pochi secondi la stampante riprenderà nuovamente a stampare, continuando a segnalare le cartucce vuote, ma senza bloccarsi.

Per dubbi o perplessità non esitate a contattarci.

Incoming search terms:

Trucco per consumare completamente le Cartucce Epson

Reset_Chip_Cartucce_Epson

Più di un lettore del blog ci sta chiedendo informazioni circa la possibilità di trovare una soluzione al fatto che spesso e volentieri le cartucce utilizzate su Stampanti Epson inkjet non vengono sfruttate del tutto,
con la conseguenza che si è costretti a cambiarle nonostante al loro interno ci sia ancora una piccola quantità di inchiostro,
purtroppo però non sempre è possibile trovare delle soluzioni a questo problema.

Diversi mesi fa abbiamo già trattato l’argomento ed abbiamo spiegato che le stampanti epson a getto d’inchiostro nella stragrande maggioranza dei casi vengono programmate in maniera tale che una volta installata una cartuccia è raggiunto un determinato numero di passaggi in un dato punto della stampante,
il contatore della stampante rileva che la cartuccia è esaurita e che quindi bisogna procedere con la sostituzione della stessa,
fin qui non ci sarebbe nulla di male se non altro che una volta estratta la cartuccia ci si rende conto che quasi sempre un po’ d’inchiostro all’interno delle cartucce è presente,
in alcuni casi addirittura se il chip della cartuccia è difettosa,
in questo caso parliamo di cartucce compatibili,
la cartuccia può risultare vuota dopo poche stampe ma in realtà non lo è quindi si rischia di tirar fuori la cartuccia dalla stampante e rendersi conto che questa è ancora piena e tra l’altro perde pure inchiostro.

Il problema ad oggi sorge sulla nuova generazione di cartucce epson,
nello specifico su tutti parliamo dei codici Epson 18 cartucce utilizzate sui modelli più economici Epson Expression Home,
Epson 16 cartucce utilizzate su alcuni modelli worforce,
Epson 24 Cartucce fotografiche per Epson Expression Photo ed Epson 26 Cartucce utilizzate su Stampanti Epson Expression Premium,
in tutti questi casi ad oggi non siamo a conoscenza di possibili reset da effettuare su tali cartucce ne tanto meno dovrebbero esserci presenti dei Chip resetter per queste Cartucce,
qualora dovessero uscire dei Resettatori allora l’unica possibilità potrebbe essere quella di procedere con il reset del chip delle cartucce che risultano scariche.

La procedura di Reset con il Resettatore è una procedura che noi abbiamo spiegato più volte ed è proprio il trucco che noi abbiamo più volte segnalato come possibile alternativa alla sostituzione delle cartucce scariche,
primo per poter sfruttare fino in fondo l’inchiostro presente nelle cartucce stesse,
secondariamente perché se proprio si vuole evitare la sostituzione delle cartucce su stampanti di vecchia generazione epson,
il trucco più semplice da attuare è proprio quello di azzerare il chip delle cartucce e procedere con la stampa solo in bianco e nero senza necessariamente sostituire i colori terminati.

Questa è ad oggi la situazione riguardante le cartucce inkjet epson,
rimane comunque un dibattito aperto anche e soprattutto a coloro i quali vorranno segnalarci alternative oppure eventuali scoperte a ciò che ora abbiamo segnalato.

Incoming search terms:

Come sostituire le Cartucce su una Epson Workforce 2510

Qualche giorno fa un lettore del blog ci ha contattato chiedendoci una aiuto in quanto non riusciva a sostituire le Cartucce sulla sua nuova stampante Epson Work force Wf-2510,
e purtroppo non sapeva come andare avanti visto che la stampante non funzionava più visto che c’era proprio una cartuccia esaurita,
questo articolo serve proprio per spiegare in maniera semplice questa procedura.

La procedura è valida per tutti i nuovi modelli Epson Workforce della serie WF da poco inserita nel catalogo Epson,
nello specifico si tratta dei modelli WF-2510, WF-2520;WF-2530, WF-2540,series,
generalmente per tutti questi modelli nel momento in cui termina una cartuccia d’inchiostro si accende la spia rossa che indica proprio che c’è una cartuccia esaurita,
per procedere alla sostituzione della cartuccia,

bisogna sollevare il coperchio dello Scanner  e premere il tasto OK,
a questo punto automaticamente il carrello che porta le cartucce si posizionerà automaticamente nella posizione di sostituzione cartucce,
a questo punto possiamo estrarre la Cartuccia esaurita oppure le cartucce esaurite nel caso in cui ce ne sia più di una terminata e allo stesso modo inserirne una nuova,


una volta effettuata la procedura, basterà chiudere il coperchio dello scanner e premere nuovamente il tasto Ok,
a questo punto partirà il processo di caricamento delle cartucce, è un processo che dura qualche secondo e che ha 2 funzioni specifiche:
controllare che la cartuccia sostituita sia quella giusta, ed effettuare un piccolo ciclo di pulizia degli ugelli,
terminato il caricamento se si spengono le spie vuol dire che è tutto Ok ed è possibile riprendere la stampa.

Per quanto riguarda la procedura di sostituzione cartucce, ne esiste anche una opzionale, che possiamo effettuare prima che effettivamente una cartuccia sia esaurita,
ad esempio se una cartuccia non stampa bene, possiamo decidere di sostituirla preventivamente, in questo caso la procedura è questa:
premere il tasto Menù e poi andare su Manutenzione – Cambia Cartuccia – OK,
anche in questo caso si avvierà la procedura di sostituzione cartuccia sopra descritta, permettendo in questo caso di sostituire la cartuccia in maniera anticipata rispetto a quanto richiesto dal software della stampante.

 

Incoming search terms:

Bypassare chip Cartucce Epson?

Questo breve aggiornamento del blog serve per rispondere ad una domanda che troppo spesso nell’ultimo periodo ci viene posta e che è una delle ricerche principali effettuate dagli utenti che visitano il nostro blog,
la ricerca riguarda la possibilità di bypassare il chip di controllo delle cartucce Epson oppure è mirata alla ricerca di eventuali software che permettano di eludere il riconoscimento i livelli degli inchiostri sulle Stampanti Epson in maniera tale da non esser costretti alla sostituzione di alcuni colori ma bensì solo alla sostituzione dei colori che realmente servono.

A dire il vero già tempo addietro abbiamo parlato di ciò ed abbiamo chiarito per primo che non c’è modo di bypassare il riconoscimento del chip delle cartucce Epson per mezzo di eventuali software che agiscano direttamente sulla stampante,
dando uno sguardo online a questa ricerca siamo stati più volte catapultati sulle pagine di download del software SSC Utility,
in realtà questo software serve per azzerare il contatore delle pagine effettuate sulla stampante,
grazie ad esso è possibile in pratica resettare la stampante e farla ripartire da zero,
ma ciò non toglie che  una volta ripristinata la stampante, il livello degli inchiostri tornerà quello reale è non sarà riportato come pieno.

Livello inchiostro reale è una parola grossa in quanto non è mai attendibile del tutto,
ma questo è un altro discorso, ciò che preme sottolineare maggiormente in questo frangente è il fatto che il Software SSC utility,
il più famoso software utilizzato negli anni passati per azzerare il contatore delle stampe per le Stampanti Epson e di conseguenza anche l’assorbitore degli inchiostri,
non è aggiornato per tutta la nuova generazione di Stampanti Epson,
quindi se stai cercando un software di reset per Stampanti Epson Expression Home, Expression Premium oppure Workforce,
è questo qui

Ci sono metodi alternativi,
questo si, uno fra tutti è l’utilizzo del Chip Resetter che funziona fino ad ora perlomeno fino a modelli abbastanza recenti di
Stampanti Epson stylus sx e su cartucce epson t1281 e t1291,
ancora non abbiamo notizie sulle nuovissime cartucce appena entrate a catalogo,
però questa può essere una strada percorribile,
come d’altronde anche quella di utilizzare cartucce ricaricabili autoresettanti,
anche in questo caso il prodotto è ormai abbastanza sicuro per tutte le stamapnti epson stylus e si tratta di cartucce ricaricabili sulle quali troviamo Chip Autoresettante in grado di riprogrammarsi in automatico e quindi eludere il controllo della stampante in merito all’utilizzo di cartucce non originali.

Per quanto riguarda la nuova generazione di cartucce epson, per il momento lasciamo in sospeso il discorso,
mentre per quanto riguarda eventuali software alternativi per le nuove stampanti epson,
che non intervengono sulle cartucce ma possono intervenire sul Reset delle stampanti stiamo preparando delle nuove guide che presto saranno visibili online sempre sul nostro sito!

Incoming search terms:

Come evitare di cambiare le Cartucce sulla tua Epson se non ti servono

 

Dopo aver scoperto se sia necessario sostituire tutte in blocco le cartucce su una stampante epson che utilizza colori separati oppure sia sufficiente sostituire solo il colore mancante,
andiamo a vedere come è possibile evitare la sostituzione delle cartucce se queste non servono realmente.

Per prima cosa devo sottolineare che questo piccolo trucco è valido ed attuabile sulla vecchia generazione di Cartucce Epson,
per intenderci la serie di Cartucce precedente alla serie T0711;
da questa serie in poi Epson ha iniziato a variare la tipologia di chip e quindi non si trovano più sul commercio dei resettatori in grado di riprogrammare il chip di queste cartucce,
viceversa la vecchia generazione di Cartucce Epson;
stiamo parlando di parecchie decine di codici di cartucce,
tra i più noti la serie dell’Orsetto T0611, la serie dell’ombrello T0551 la serie T0441 ed anche tutte quelle serie di cartucce ancora precedenti a queste,
cartucce che non avevano i colori separati ma bensì solo due cartucce di stampa una per il nero ed un’altra per il colore sebbene entrambe le cartucce fossero comunque delle semplici taniche di inchiostro senza testina di stampa.

Il trucco utilizzabile su questa serie di cartucce sta proprio nella possibilità di utilizzare un Resettatore universale in grado di azzerare in pochi e semplicissimi step il chip della Cartuccia,
per capire se la cartuccia viene resettata basta attendere solo pochi secondi,
il tempo che il resettatore lampeggi da rosso a verde; passati questi pochi secondi siamo certi che il chip sia azzerato e di conseguenza la cartuccia risulti nuovamente piena.

Resettatore_Cartucce_Epson

Questo trucco è utile per coloro i quali non hanno necessità di stampare a colori e quindi per ovviare ogni volta alla sostituzione delle cartucce a colori preferiscono optare per  questa strada alternativa,che funziona sempre anche se bisogna avere una piccola accortezza.

Se ad esempio si resettano le cartucce a colori e si decide di stampare solo in bianco e nero allora sarebbe opportuno impostare la stampante nella modalità Stampa in Scala di grigi in maniera tale da evitare la stampa a colori,
questo perché se si lancia una stampa a colori ma realmente nelle cartucce a colori inchiostro non c’è ne è allora si rovinano quasi irrimediabilmente gli ugelli e di conseguenza la testina di stampa visto che si verrebbero a creare dei vuoti d’aria nei condotti che portano inchiostro dalla testina al foglio di carta.

Attenzione,

Attenzione
ancora una volta ribadisco che la procedura è valida ad oggi per la vecchia generazione di Cartucce Epson e non per le nuove uscite negli ultimi anni,
per ulteriori informazioni in merito non esitare a contattarci attraverso il form dei contatti

 

 

 

 

 

Incoming search terms:

Come evitare di cambiare le Cartucce sulla tua Epson se non ti servono

 

Dopo aver scoperto se sia necessario sostituire tutte in blocco le cartucce su una stampante epson che utilizza colori separati oppure sia sufficiente sostituire solo il colore mancante,
andiamo a vedere come sia possibile evitare la sostituzione delle cartucce se queste non servono realmente.

Per prima cosa devo sottolineare che questo piccolo trucco è valido ed attuabile sulla vecchia generazione di Cartucce Epson,
per intenderci la serie di Cartucce precedente alla serie T0711;
da questa serie in poi Epson ha iniziato a variare la tipologia di chip e quindi non si trovano più sul commercio dei resettatori in grado di riprogrammare il chip di queste cartucce,
viceversa la vecchia generazione di Cartucce Epson;
stiamo parlando di parecchie decine di codici di cartucce,
tra i più :
la serie dell’Orsetto T0611, la serie con la paperella T0551 le quella con l’Ombrello serie T0441 ed anche tutte quelle serie di cartucce ancora precedenti a queste,
cartucce che non avevano i colori separati ma bensì solo due cartucce di stampa una per il nero ed un’altra per il colore sebbene entrambe le cartucce fossero comunque delle semplici taniche di inchiostro senza testina di stampa.

Il trucco utilizzabile su questa serie di cartucce sta proprio nella possibilità di utilizzare un Resettatore universale in grado di azzerare in pochi e semplicissimi step il chip della Cartuccia,
per capire se la cartuccia viene resettata basta attendere solo pochi secondi,
il tempo che il resettatore lampeggi da rosso a verde;

passati questi pochi secondi siamo certi che il chip sia azzerato e di conseguenza la cartuccia risulti nuovamente piena.

Questo trucco è utile per coloro i quali non hanno necessità di stampare a colori e quindi per ovviare ogni volta alla sostituzione delle cartucce a colori preferiscono optare per  questa strada alternativa, che funziona sempre anche se bisogna avere una piccola accortezza.

Se ad esempio si resettano le cartucce a colori e si decide di stampare solo in bianco e nero allora sarebbe opportuno impostare la stampante nella modalità Stampa in Scala di grigi in maniera tale da evitare la stampa a colori,
questo perché se si lancia una stampa a colori ma realmente nelle cartucce a colori inchiostro non c’è ne è allora si rovinano quasi irrimediabilmente gli ugelli e di conseguenza la testina di stampa visto che si verrebbero a creare dei vuoti d’aria nei condotti che portano inchiostro dalla testina al foglio di carta.

Attenzione,
ancora una volta ribadisco che la procedura è valida ad oggi per la vecchia generazione di Cartucce Epson e non per le nuove uscite negli ultimi anni,
per ulteriori informazioni in merito non esitare a contattarci attraverso il form dei contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incoming search terms:

Cartucce Epson bisogna cambiarle tutte in una volta?

 

In questo breve aggiornamento cercherò di dare una breve risposta ad un nostro lettore che qualche giorno fa ci chiedeva attraverso le pagine del blog se quando andiamo a sostituire le Cartucce su di una Stampante Epson con colori separati sia sempre necessario sostituire tutte le cartucce.

Se devo dare una risposta secca a questa Domanda allora la Risposta è NO,
non è sempre necessario sostituire tutte le cartucce alla tua stampante Epson anzi in realtà non è mai necessario a meno che naturalmente i colori non risultino scarichi e quindi la stampante per poter funzionare richiede la sostituzione delle Cartucce,
solo in quel caso è necessario che vengano cambiate le Cartucce da sostituire altrimenti senza fare troppi giri di parole,
cambi solo quello che c’è da cambiare.

E’anche vero che troppo spesso su una stampante epson si trovano all’interno differenti serie di cartucce,
a volte vengono mischiate cartucce originali con cartucce compatibili o addirittura cartucce compatibili comunque differenti tra di loro,
in quel caso è possibile che sostituendo solo una cartuccia la stampante comunque possa dare qualche problema,
soprattutto possa avere qualche problema di riconoscimento delle cartucce,
in questi caso sarebbe opportuno utilizzare cartucce tutte appartenenti alla stessa serie.

Un altro situazione in cui invece è necessario cambiare contemporaneamente tutte le cartucce perlomeno la prima volta è quando si sceglie di utilizzare sulla propria stampante delle cartucce ricaricabili con il chip autoresettante,
in questo caso è necessario installare insieme tutte e 4 o 6 le Cartucce ricaricabili e farle lavorare insieme altrimenti la stampante non le riconoscerà e quindi rimarrà bloccata.

Messi da parte comunque questi casi specifici,
per il resto ribadisco ancora una volta che sulle Stampanti Epson a colori separati si cambia solo ed esclusivamente la cartuccia che risulta vuota  e che la stampante segnala come vuota,
naturalmente se le cartucce sono 2 ad essere vuote si cambiano tutte e 2 e via discorrendo,
ma comunque non tutte in blocco soprattutto se c’è qualche cartuccia che ha al proprio interno inchiostro.

Sulle vecchie stampanti epson in realtà si poteva aggirare l’ostacolo senza nemmeno cambiare le cartucce vuote,
eccetto quelle che servivano realmente,
in che modo?

Te lo spiego nel prossimo post,

 

 

 

Cartucce Epson durano poco?

 

Se sei passato da una vecchia serie di Stampanti Epson ad una nuova,
magari ad una Epson Stylus serie Sx di quelle commerciali allora probabilmente sei stupito di quanto durino poco le Cartucce su questa nuova serie di Stampanti,
il problema purtroppo è abbastanza comune per tutta la nuova gamma di Stampanti Epson inkjet,
perlomeno per quella gamma di stampanti di fascia economica.

Sebbene con l’avvento delle Cartucce a colori separati la stragrande maggioranza dei produttori hanno garantito minori sprechi di inchiostro visto che si abbandonava definitivamente la sostituzione di una cartuccia a colori anche se questa era mezza piena,
sostituendola con la nuova generazione di cartucce a colori separati con consumo di inchiostro più intelligente,
i produttori stessi non hanno però detto che all’interno di queste cartucce le quantità di inchiostro sono diminuite specialmente per quanto riguarda le Cartucce standard,
alcuni esempi su tutti sono le Cartucce Epson serie T1281 la serie delle Cartucce Epson con la Volpe oppure la serie delle Cartucce Epson con la scimmia serie T0891,


in queste cartucce troviamo quantità di inchiostro veramente scarse,
parliamo di poco più di 5 ml di inchiostro per quanto riguarda il nero,
e poco più di 3 ml di inchiostro per le altre cartucce a colori.

Se alla scarsa quantità di inchiostro andiamo ad aggiungere anche il fatto che  tutte le stampanti epson inkjet sono programmate in maniera tale che  ad ogni riaccensione  parte in automatico un ciclo di pulizia delle testine,
che da una parte ha il compito di sbloccare eventuali intasamenti degli ugelli e quindi di rimettere la stampante nelle migliori condizioni ma dall’altro ha un difetto abbastanza evidente,
cioè un consumo enorme di inchiostro che porta praticamente le Cartucce a svuotarsi con pochi cicli di pulizia.

In pratica se partiamo dal presupposto che le nuove Cartucce Epson specialmente quelle standard e tra queste includerei anche le nuove
Epson numero 18 serie Margherita

oltre a quelle sopra citate hanno al loro interno veramente poco inchiostro ed in più a questo dobbiamo aggiungere anche il consumo dovuto ai cicli ripetuti di pulizia degli ugelli che si ripetono ad ogni cambio cartucce e soprattutto ad ogni riaccensione della stampante ecco che  viene spiegato l’arcano mistero del perché le cartucce della tua stampante epson durano così poco.

Intendiamoci,
non tutte le Cartucce Epson durano così poco, esistono tanti modelli,
soprattutto per quanto riguarda la serie di Stampanti Work Force Pro,
sulle quali le Cartucce hanno una lunghissima durata ed un costo copia veramente basso,
ma se stai leggendo questo articolo allora vuol dire che non hai comprato una Epson Work Force ma bensì una stampante molto più commerciale,
probabilmente una Epson Stylus oppure una Epson Expression Home stampanti sulle quali le Cartucce hanno una durata realmente scarsa.

Incoming search terms:

Trucco per Resettare Cartucce a colori Epson pro e contro!

 

Andiamo subito a vedere a cosa mi riferivo nel precedente articolo in cui ho affermato che Resettare le Cartucce Epson a colori per poter continuare a stampare in bianco e nero può essere un’arma a doppio taglio.

In linea di massima utilizzare il Resettatore Universale Epson per poter resettare i chip delle cartucce che non servono perché non vengono utilizzate senza essere in questo caso costretti a doverle sostituire potrebbe essere una buona intuizione,
perlomeno inizialmente resettando 2/3 cartucce ed evitando la sostituzione della stessa riesci in partenza ad ammortizzarti il costo del Resettatore.

Bisogna però chiarire una cosa importante,
nel momento in cui andiamo a Resettare una Cartuccia,
anche se questa è vuota improvvisamente risulterà essere piena,
quindi è possibile in questo modo riprendere la stampa,
è importante però non lanciare delle Stampe  a colori perché a questo punto la Cartuccia essendo all’interno vuota,
stamperebbe a vuoto e si creerebbero dei Vuoti d’aria proprio nei condotti della stampante che rischierebbero di compromettere in maniera  irrimediabile gli ugelli a colori e quindi quasi totalmente tutta la Testina di stampa.

A questo mi riferivo quando dicevo che Resettare le Cartucce Vuote senza riempirle in questo caso può essere un’arma a doppio taglio,
ed è per questo che ti suggerisco di farlo solo e soltanto se sai di non dover utilizzare il colore,
e cambiare le Cartucce inserendo quelle piene non appena si presenta la necessità di dover stampare a colori.

Se segui questi consigli dovresti riuscire a cavartela,
spendendo poco e senza correre rischi,
altrimenti vedi un po’ tu!!!!

Comunque vada e qualunque sia la tua esperienza,
lasciaci la tua Testimonianza.

Grazie.

Trucco per Stampare con Cartucce a colori Epson vuote

 

Come puoi vedere sono stato di parola,
nell’articolo in cui abbiamo visto come Resettare una parte di cartucce Epson dotate di Microchip attraverso l’uso del Resettatore,
ci siamo lasciati con la promessa che avrei dato un suggerimento per poter utilizzare il resettatore anche su cartucce che non sono ricaricabili ma che comunque possono essere Resettate.

In pratica il piccolo trucco che puoi adoperare è quello di Resettare il Chip delle Cartucce sempre di vecchia generazione,

quindi torno a ribadirlo per l’ennesima volta,
vecchi codici di cartucce ancora utilizzati:
T0441, T0611, T0551, T051 e T052 che sono le cartucce utilizzate sulle Epson Stylus Color 1520,
oppure T040 e T041 codici di cartucce storici Epson dotati di chip di prima generazione facilmente Resettabili con un semplice Chip Resetter.

Il suggerimento è questo:
se ad esempio è terminato o sono terminati alcuni colori,
ma tu vuoi continuare a stampare solo con la Cartuccia del nero,
ti sarai reso conto che il software Epson non te lo permette,
costringendoti alla sostituzione delle Cartucce terminate,
puoi aggirare l’ostacolo Resettando le Cartucce che risultano vuote inserendole di seguito nuovamente nella stampante;
a questo punto le Cartucce risulteranno piene e tu potrai proseguire con la stampa.

E’ un trucco da consigliare anche a coloro i quali non hanno necessità in nessun caso di stampare a colori,
e quindi vogliono stampare solo e soltanto in BN,
con questa procedura le cartucce a colori risulteranno piene e si potrà stampare utilizzando la cartuccia del nero.

Attenzione però,
questa operazione può risultare un arma a doppio taglio,
vuoi scoprire a cosa mi riferisco?

Bene,
allora continua a leggere il prossimo articolo correlato a questo.

 

 

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress