Stampanti per Agenzia di Scommesse Sportive

Stampante_Epson_Scommess_Sportive

La serie di articoli dedicati alle stampanti termiche Epson ci ha introdotto all’argomento relativo alle Sale Scommesse e più in generale alla tipologia di Stampanti che tali tipologie di attività dovrebbero utilizzare all’interno dei propri  esercizi.

Per quel che riguarda la stampa delle bollette relative alle scommesse giocate, abbiamo visto che l’ideale è utilizzare una stampante termica, grazie alla quale è possibile stampare milioni di scontrini cambiando solo ed esclusivamente i Rotoli Termici che nella maggior parte dei casi hanno misura 80x80mm e quindi hanno anche una discreta durata.

Un’altra esigenza delle Agenzie di Scommesse è la stampa dei Palinsesti, questa è una stampa necessaria ed a volte lo spreco non ha limiti, perché purtroppo viene difficile riuscire a controllare tutti i propri clienti che a volte con la scusa di dover studiare il Palinsesto finiscono per portarselo dietro, costringendo poi alla ristampa dello stesso,
va considerato poi che di giorno in giorno cambiano gli eventi, soprattutto nei periodi caldi, cioè nei periodi in cui si giocano i
Campionati di Calcio e durante la settimana anche le Coppe Europee i volumi di gioco aumentano, sono in tanti che ormai giocano sulle scommesse, chi lo fa in maniera professionale, chi lo fa giusto per il gusto di giocare, fatto sta che negli ultimi anni le Scommesse ormai hanno cancellato giochi tradizionali come Totocalcio e Totogol, ma questo è un altro discorso.

Ritornando alla stampa dei Palinsesti dobbiamo anche considerare che nella giornata stessa cambiano anche le quote, quindi le Agenzie con più clienti e che hanno giocatori incalliti per venire incontro ai propri clienti non possono che aggiornare le quote anche sul cartaceo, quindi ancora di più spreco di carta e soprattutto di inchiostro, anzi di Toner.

Già perché per prima cosa per la stampa di Palinsesti qualsiasi sia la tipologia di Ricevitoria di Scommesse dovrebbe munirsi di una stampa laser, possibilmente monocromatica in maniera tale da contenere i costi di gestione, decisamente troppo elevati per quel che riguarda la stampa a colori,
ma anche se scegliamo una stampante laser, solo Bianco e nero, questo non vuol dire che abbiamo risolto il nostro problema,
perché se si va ad acquistare una stampante laser di fascia bassa,
vedi ad esempio stampanti laser entry level da 50/60 euro, abbiamo in mano stampanti che per prima cosa non riescono a gestire volumi di stampa intensi, in più hanno utilizzano Toner a capienza ridotta,
quindi con costi di gestione elevati.

L’ideale quindi è di andare su stampanti laser monocromatiche di fascia medio-alta,
possibilmente dotate di scheda di rete, a nostro avviso più stabile rispetto alla connessione wireless e con fronte retro automatico,
che possano gestire volumi di stampa elevati e che permettano all’utente di utilizzare Toner ad alta, anzi altissima capacità:
10/15 anche 20 mila copie per Toner.

Questa è la tipologia di stampanti laser che noi consigliamo per una Agenzia di Scommesse che abbia un volume di lavoro medio-alto, stampanti presenti anche nel catalogo Epson e che andremo a rispolverare nei prossimi aggiornamenti.

Come faccio a installare stampante e a stampare da computer?

Installare_una_Stampante_Epson

Alcuni utenti alle prime armi potrebbero trovarsi davanti ad un problema relativamente banale ma che inizialmente potrebbe bloccarli,
se da una parte è vero che siamo in piena era tecnologia e le nuove generazione ormai ne sanno più dell’utente medio che per anni ha utilizzato e continua ad utilizzare il pc solo per operazioni semplici e di routine,
è anche vero che esiste ancora una buona parte di popolazione, relativamente popolazione di età avanzata che solo da qualche anno ha iniziato a cimentarsi in quest’ambito.

Non è detto quindi che tutti conoscano la procedura di installazione di una stampante,
soprattutto coloro i quali hanno iniziato ad utilizzare il Pc ma per molto tempo comunque hanno fatto a meno della stampante,
al giorno d’oggi però anche questa periferica sta diventando una necessità ed allora anche coloro i quali fino ad ora non l’avevano, stanno iniziando a munirsi anche di questo nuovo aggeggio tecnologico.

Logicamente per poter utilizzare la stampante  è necessario che questa venga collegata al computer e per farlo dobbiamo seguire dei semplici passaggi che cercheremo di riassumere in maniera tale da semplificare al massimo questo processo.

Per prima cosa dobbiamo prendere il Cd di installazione presente all’interno dell’imballo originale della stampante, ed inserirlo nel nostro Pc,
a questo punto dopo pochissimi secondi potremo iniziare la nostra installazione guidata della stampante,

CD_Epson_Stylus_Photo

 

seguiranno una serie di finestre e messaggi che ci chiederanno ad esempio di scegliere se installare tutto il pacchetto driver e software fornitoci dal produttore oppure se vogliamo di escludere l’installazione di qualche software che a noi non interessa,
da qui in poi inizierà l’installazione vera  e propria del software e dei driver,
in media questa varia da pochissimi minuti per i modelli di stampanti semplici non multifunzione per aumentare invece per quei modelli di stampanti multifunzione all in one alcuni dei quali sono anche fotografici e quindi al driver di stampa viene collegata anche un potente software per la modifica e la stampa delle immagini.

Durante l’installazione poi ci verrà richiesto di accendere la stampante,
cosa che noi preventivamente avevamo già fatto,
installare le cartucce e collegare la stampante al Pc,
a questo punto possiamo collegare la stampante al PC con un cavo Usb M-F,
Cavo_USB_Stampante_PC
generalmente il Pc impiega qualche istante per riconoscere la nuova periferica, ma una volta che questa viene riconosciuta, si può dire che abbiamo già quasi terminato l’installazione,
a seguire ci verrà richiesta la registrazione del prodotto che non è obbligatoria,
quindi l’utente può scegliere se farla o meno ed infine di stampare una pagina di prova,
a questo punto non ci resta che spuntare il riquadro Stampa pagina di prova ed attendere la stampa.

Ha Stampato?

Hai appena terminato l’installazione della tua nuova stampante.

Incoming search terms:

Lista Stampanti Epson che utilizzano Cartucce T1301

Continuano quindi gli articoli dedicati a quelle che sono le Compatibilità tra Stampanti e Cartucce Epson con un articolo che in questo caso va ad interessare uno degli argomenti più caldi del momento,
andiamo a scoprire infatti su quali modelli Epson è possibile utilizzare le Cartucce T1301.

Questa serie di Cartucce Epson corrisponde ad una serie di cartucce ad alta capacità,
perlomeno per i modelli sulle quali è utilizzabile,
sebbene si tratti di Cartucce che non hanno una elevatissima richiesta,
ci preme ugualmente andare a vedere quali sono questi modelli compatibili in quanto dobbiamo dividere i modelli in cui queste cartucce sono intercambiabili con le Cartucce T1291 dai modelli in cui questi prodotti non lo sono per evitare in questo modo di commettere errori ed acquistare delle cartucce che magari poi non verranno riconosciute sulla propria Stampante

La lista quindi è la seguente:

Epson Stylus SX525WD,SX535WD, SX620FW,

Epson Stylus Office, BX525WD, BX535FW,BX625FWD, BX630FW, BX635FWD, BX925FWD,935FWD

Epson Stylus Office B42W,

Epson Work-Force A3 WF-7015,WF-7515,WF-7525,

Epson WorkForce A4 WF-3010dw, WF-3520dwf, WF-3530dtwf, WF-3540dtwf

E come abbiamo anticipato è una lista abbastanza ristretta a Stampanti e Multifunzioni Epson inkjet di fascia media, particolarmente indirizzati verso un target d’utenza fatto di piccole imprese e di professionisti che hanno la necessità anche di stampare a colori con un unico dispositivo,
contenendo i costi di gestione, che vanno a dimimuire ulteriormente nel momento in cui si utilizzano Cartucce Compatibili di buona qualità.

Incoming search terms:

Quanto Scannerizzo consumo Inchiostro?

 

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto una richiesta attraverso il nostro form dei contatti in cui un utente possessore di una
Stampante Multifunzione Epson inkjet ci domandava se nel momento in cui utilizzava lo Scanner sulla propria stampante per salvare qualche documento oppure inviarlo via email,
consumasse inchiostro.

La Risposta naturalmente è No,
nel momento in cui effettuiamo la Scansione di un documento utilizzando lo Scanner della propria Stampante Multifunzione, naturalmente non andiamo a consumare inchiostro di nessun genere,
probabilmente la richiesta è stata fatta perché a volte non ci si riesce a rendere conto come sia possibile che magari siano terminate ad esempio anche le cartucce a colori, sebbene queste sono state utilizzate ben poco oppure per niente,
allora magari può venire il dubbio che la stampante consumi inchiostro anche quando si scannerizza un documento,
ma la risposta è sempre No.

Le cause per cui le cartucce possono esser durate poco o nulla,
possono essere molteplici, può dipendere ad esempio da un mancato funzionamento del chip delle cartucce,
può capitare infatti che una cartuccia venga segnalata vuota ed invece non lo è per nulla,
negli anni sono stati tanti i casi in cui l’utente medio, tirava fuori la cartuccia considerata vuota e magari la portava con se come cartuccia da mostrare al venditore per acquistarne un’altra, rendendosi conto solo in seguito che nella cartuccia c’era ancora inchiostro.

In alcuni casi invece se si effettuano dei cicli di pulizia testine magari per cercare di correggere qualche anomalia nella qualità di stampa dovuta magari all’intasamento di uno o più ugelli si consuma molto inchiostro,
anche in questo caso è probabile che si consumino le cartucce senza esser state effettivamente utilizzate.

Ultima ipotesi che può venire in mente è quella dovuta ai cicli automatici di pulizia testine,
tutte le stampanti epson sono programmate infatti per effettuare un piccolo ciclo di pulizia testine alla riaccensione della stampante e ad ogni eventuale cambio delle cartucce,
questo sta a significare che nel giro di qualche mese diminuiscono i livelli d’inchiostro fino a portare all’effettivo esaurimento delle cartucce senza che questa siano state utilizzate.

Insomma abbiamo visto come i casi di consumo delle cartucce possano essere molteplici anche senza effettivamente utilizzare le cartucce per stampare,
questo genere di problemi non riguarda però le operazioni che andiamo ad effettuare con la Scanner,
se quindi hai avuto un finora un dubbio del genere che ti ha mantenuto dall’utilizzare lo Scanner con una certa frequenza,
allora d’ora in poi sappi che puoi utilizzare tranquillamente lo Scanner della tua Stampante perché questo non ti costa nulla.

Per noi questa sembrerebbe una cosa scontata ma magari non lo è per chi è alle prime armi,
e quindi speriamo di essere stati di aiuto con questa breve precisazione,
se lo siamo stati per favore lasciaci un feed-back!!!

 

Incoming search terms:

Stampante nuova senza Cavo per PC?

 

Se hai appena acquistato una nuova stampante e non riesci a capire cosa ti manca in quanto non riesci ad installarla sul tuo Pc allora vuol dire che hai acquistato la classica stampante all’interno del quale non viene fornito il cavo Usb,
purtroppo è proprio così,
nella maggior parte dei casi almeno fino ad ora i produttori non forniscono nella confezione originale che contiene la stampante il Cavo usb,
già è proprio di questo cavo che devi munirti se vuoi concludere l’installazione della tua nuova stampante e finalmente usarla anche da pc.

Naturalmente se hai comprato una Stampante Multifunzione con funzione anche di Copia ed eventualmente anche di fax puoi utilizzare queste funzioni senza installare la Stampante al Pc,
alcuni utenti comprano la stampante in molti casi proprio Laser per poter fare all’occorrenza qualche fotocopia ed inviare e ricevere dei fax,
se stai leggendo l’articolo però, allora mi sa tanto che non è questo il tuo caso,
tu vuoi installare la stampante al pc e vuoi utilizzarla per le stampe che quotidianamente o sporadicamente ti verrà voglia di fare,
allora quello che ti serve è un cavo usb.

La connessione usb al giorno d’oggi è arrivata alla versione 3.0 questo vuol dire che negli anni il collegamento tra Pc e dispositivi ad esso collegati tramite usb è diventata via via più veloce,
siamo passati dall’usb 1.0 al 2.0 fino ad arrivare al 3.0,
indipendentemente se le porte del tuo pc sono Usb 3.0 questo cambia poco,
puoi acquistare un qualsiasi cavo usb e procedere finalmente all’installazione della stampante sul pc.

Una volta che hai il Cavo usb in mano non devi fare altro che riavviare la procedura di installazione da zero se era stata annullata, cosa molto probabile,


oppure ripartire da dove l’hai sospesa,
l’importante è che nel momento in cui durante la procedura di installazione ti viene richiesto di collegare la stampante al pc,
non fai altro che collegarla tramite usb,
se eventualmente non lo sai, la procedura è molto semplice,
il cavo usb per stampante è munito di 2 attacchi chiamati: maschio-femmina,
per intenderci la parte tonda va inserita sul retro della stampante,
mentre la parte finale sulla porta usb del tuo Computer,
a questo punto una volta che il Sistema operativo riconosce la nuova periferica appena collegata,
andrà a terminare la procedura di installazione permettendoti ti poter finalmente utilizzare la tua nuova stampante.

Tralasciando il fatto che sembri una follia che acquistando una nuova stampante non viene dato il cavo usb,
fondamentale per l’installazione della stragrande maggioranza delle stampanti perlomeno quelle economiche che non sono wireless e non hanno scheda di rete,
l’importante è che adesso sei pronto per usare la tua stampante.

Se ti siamo stati utili perlomeno faccelo sapere…

Grazie per l’attenzione.

Stai cercando una Stampante Epson Portatile?

 

Stai cercando una Stampante Epson portatile ma in giro non riesci a trovarne?
La risposta è: non ce ne sono, o meglio nel catalogo delle Stampanti inkjet Epson non esistono dei modelli specifici di stampanti epson che possono chiamarsi stampanti portatili, nonostante il catalogo sia ormai zeppo di modelli in vendita non abbiamo ad oggi un numero preciso, si aggirano comunque intorno a 50 unità,
quindi sono veramente tantissime,
eppure Epson ha deciso di non puntare su questo genere di prodotto.

Intendiamoci, qualche anno fa erano presenti a catalogo delle Stampanti piccolissime che potevano tranquillamente essere definiti
Stampanti Portatili,
stiamo parlando della serie Epson Picture Mate,
ma non erano delle stampanti portatili vere e proprie ma delle stampanti fotografiche portatili inkjet quindi nemmeno a sublimazione.

La serie Epson Picture Mate è comunque stata abbandonata da Epson,
che negli anni ha deciso di puntare su altri generi di prodotti,
comunque se stai cercando eventualmente una stampante compatta molto piccola e che all’occorrenza possa essere trasportata,
allora la migliore soluzione presente nel catalogo Epson sono le Stampanti Inkjet serie Expression Home,
questo genere di stampanti è ultra compatto,
le dimensioni sono inferiori anche del 40% rispetto a quelle che sono le dimensioni di una stampante classica Epson Multifunzione,
in più sono a basso impatto energetico e sono pure leggerissime, quindi all’occorrenza possono diventare delle ottime stampanti portatili anche se non lo sono,
non nascono infatti come vere e proprie stampanti portatili,
se ad esempio svolgi lavori di Rappresentanza ed hai necessità di acquistare una Stampante Portatile vera e propria la scelta deve ricadere su altri prodotti,
in primis su una HP Officejet serie 100 oppure 150 in secondo luogo su una Canon serie Pixma IP100 cercheremo di scoprire entrambi i modelli nel prossimo articolo cercando di esserti di aiuto per l’acquisto della tua nuova stampante portatile.

Catalogo Stampanti Epson Panoramica

 

Ormai il blog dedicato alle Stampanti Epson è online da qualche mese,
sebbene ancora i risultati non siano stati eccezionali,
siamo riusciti comunque a posizionarci tra le prime pagine dei motori di ricerca proprio per l’argomento relativo alle Stampanti Epson,
siamo comunque consapevoli che ancora c’è molta strada da fare visto che abbiamo toccato quasi esclusivamente l’argomento relativo alle stampanti inkjet cercando di tralasciare ma solo momentaneamente gli altri argomenti cioè quelli relativi alle altre tipologia di stampanti epson.

In primo luogo la scelta è dovuta al fatto che Epson da sempre predilige le stampanti inkjet,
e proprio in questa categoria di prodotto che negli anni  si è riuscita a ritagliare un posizionamento di altissimo livello,
entrando di diritto nei primi 3 produttori di stampanti inkjet al mondo.

In secondo luogo perché essendo delle stampanti più commerciali interessano un numero maggiore di persone interessate all’acquisto di una stampante sia per uso domestico che eventualmente per utilizzo business visto che ormai anche le stampanti inkjet sono entrate di diritto come stampanti ottime anche per uso aziendale,
certamente non tutte ma alcuni modelli come la serie Epson Work Force Pro ci possono stare tranquillamente.

Ma Epson non è solo stampanti inkjet,
la casa nipponica investe anche in altre nicchie di mercato è ha una catalogo abbastanza varia come d’altronde anche i diretti competitor:
HP e Canon.

Nel catalogo Epson troviamo infatti anche Stampanti Laser,
le famose Epson Aculaser che possono essere stampanti semplici o Multifunzione,
monocromatiche o a colori,
ma non solo ci sono infatti anche Stampanti ad aghi,
che sebbene non siano delle stampanti commerciali visto che nella funzione di stampa sono abbastanza limitate,
riscuotono un discreto successo ancora negli ambienti lavorativi:
uffici, enti, studi, banche ecc…..

Stampanti Fiscali e per Pos,
questa specifica categoria di stampanti viene utilizzata nelle rivendite al dettaglio,
nelle ricevitorie, nelle sale scommesse sempre più numerose su tutto il territorio nazionale vista la liberalizzazione che c’è stata del settore e Stampanti per Etichette,
stampanti con le quali è possibile stampare ad esempio Biglietti da visita o etichette nelle dimensione scelte dall’utente,
basta pensare che solo questa specifica categoria Epson conta già al momento ben 44 diversi modelli di stampanti,
solo questo dato basta per capire quanto lavoro ancora abbiamo da fare insieme anche a coloro che ci vorranno seguire ed aiutare lungo questo viaggio.

Sei pronto?
Allora rimani sintonizzato!!!

Inchiostri a base d’acqua pro e contro!

 

Se hai letto il precedente articolo dedicato prevalentemente alla serie di Inchiostri Pigmentati tra i quali il numero 1 assoluto è il Durabrite prodotto da Epson,
allora sai che in questo articolo che è la normale prosecuzione del precedente andremo a conoscere un’altra tipologia di inchiostri,
gli Inchiostri Dye Base.

Gli inchiostri Dye Base sono composti al 70% da acqua demineralizzata detta anche acqua distillata e molecole solubili di colorante,
queste molecole di colorante penetrano perfettamente nella carta assicurando un elevato dettaglio e nitidezza dei particolari quando gli inchiostri di questo tipo vengono utilizzati con carte trattate,  punto debole però di questi inchiostri è la sensibilità alla luce.

I principali vantaggi nell’utilizzo di questa tipologia di inchiostri sono:
la garanzia di ottenere una elevata qualità di stampa su carte fotografiche lucide mantenendo allo stesso tempo colori vividi e luminosi,
in grado di rimanere luminosi anche per decenni,
a differenza degli Inchiostri a Pigmenti i dye base non hanno resistenza alla luce ne tanto meno all’azione di agenti atmosferici quali smog e ozono,
attualmente la maggior parte dei produttori di stampanti inkjet propongono questa tipologia di Inchiostro.

Tra i produttori che hanno puntato su Inchiostro a base d’acqua “dye base” ci sono:
Epson con la serie Claria e Claria Home,
HP con la serie di Inchiostri Vivera eccezion fatta per le Cartucce HP364 sulle quali il nero è pigmentato ed i colori dye base,
Canon che sulla serie Chomalife utilizza prevalentemente inchiostri dye base eccetto sulla serie di stampanti fotografiche Pixma Canon a 5 cartucce sulle quali il Nero più grande è Pigmentato mentre tutti gli altri colori sono dye base
Brother che sulla serie Innobella utilizza cartucce a 4 colori con inchiostro dye base.

Continueremo nel prossimo articolo ad approfondire il discorso presentando una serie di inchiostri concorrenti di Epson,
gli inchiostri Chromalife di Canon un vero e proprio punto di riferimento per le stampanti inkjet.

 

Incoming search terms:

Stampanti Compatibili con la serie Epson Rinoceronte

 

Come promesso nell’articolo dedicato alla serie delle Cartucce Epson giraffa T0711H andiamo subito a conoscere da vicino un’altra serie di Cartucce Epson,
la serie T1001 – T1002 – T1003 – T1004,
la serie viene denominata come serie Rinoceronte ed è una serie di Cartucce conosciuta solo perché compatibile con alcuni modelli di Stampanti Epson a getto di inchiostro di fascia medio alta.

Le cartucce sono affini alla serie T0711 e T0711h essendo delle cartucce molto simili nella forma ma differenti per quella che è la quantità di inchiostro presente al loro interno e di conseguenza per quelli che sono i costi.

Sebbene queste cartucce siano appartenenti alla stessa serie su alcuni modelli di stampanti non sono tra di loro intercambiabili,
la serie T1001 è una Cartuccia Epson ad alta capacità da 25.9 ml con un prezzo medio di 27 euro compatibile con le seguenti stampanti:

Epson Stylus Office B40W – BX600FW – BX610FW
Epson Stylus SX510W – SX515W – SX600FWSX610FW.

Mentre la serie T1002 – T1003 e T1004 cartucce a colori da 15ml circa di inchiostro per cartuccia con prezzo medio di 16 euro cadauna  sono compatibili con le seguenti stampanti:

Epson Stylus Office B1100, B40W – BX310FN – BX600FW – BX610FW
Epson Stylus SX510W – SX515W – SX600FW – SX610FW.

Come puoi ben notare la serie delle 4 cartucce nero e colore non utilizzabile sulla Stampante Epson Stylus Office B1100 e sulla Stylus Office BX310FN modelli sui quali la Cartuccia doppia del nero T1001 viene sostituita dalle cartucce T0711h.

Termina qui questa breve serie di articoli dedicata alle Cartucce Epson serie Giraffa e serie Rinoceronte ed in parte anche alla serie
Epson ghepardo che in parte è anche compatibile con moltissimi dei modelli citati in questi articoli,
l’intendo di questi articoli è stato proprio quello di creare una piccola guida che mostri quelle che sono le compatibilità tra questa serie di Stampanti Epson ed alcuni codici di Cartucce visto che comunque le compatibilità non sono del tutto scontate come si potrebbe pensare.

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress