Reset Epson Stylus Photo PX830

Stampante_Epson_Stylus_Photo_PX830fwd

Uno dei problemi che potrebbero presentarsi negli anni utilizzando una Stampante Inkjet Epson è quello relativo ad un Messaggio di errore per il quale la stampante si blocca,
questo messaggio di errore è relativo al riempimento del tampone di recupero della stampante,
definito anche Ink Pad,
non andiamo ora a vedere quelli che sono i messaggi che possono presentarsi,
se sei qui vuol dire che è stato appurato il fatto che il tampone di recupero sia pieno,
e che quindi dobbiamo trovare una soluzione per risolvere il problema,
altrimenti dobbiamo buttare la stampante.

Per i vecchi modelli Epson la soluzione è stata ed è tuttora quella di scaricare il software SSC Utility service,
installarlo sul proprio pc e procedere con il reset dei contatori della stampante,
una procedura abbastanza semplice e che noi tempo fa abbiamo già spiegato,
in tutti questi anni sono stati tantissimi gli utenti che l’hanno testata e sono rimasti soddisfatti,
per anni il software è stato come una manna dal cielo,
in pratica un software del tutto gratuito che ci permetteva di riprogrammare la stampante che altrimenti era bloccata con messaggio di errore e spie lampeggianti e ci permetteva di riprendere il normale utilizzo della stampante senza particolari problemi.

Generalmente il reset delle stampanti effettuato con il Software SSC ha validità di un ciclo di vita,
cioè nel momento in cui la stampante si blocca per la prima volta,
vuol dire che andrebbe sostituito il tampone anche se in realtà a dire il vero non è pieno del tutto,
resettando la stampante infatti è possibile continuare ad utilizzarla senza particolari problemi,
il problema sorge nel momento in cui il problema si ripresenta;
in quel caso va per forza sostituito il tampone,
il rischio è chiaro, se noi non lo facciamo è probabile che per un po’ di tempo possiamo ancora continuare a stampare,
ma da un momento all’altro la stampante potrebbe iniziare a perdere inchiostro,
in quel caso dobbiamo munirci preventivamente di un vassoio o comunque di un qualcosa che ci permetta di poggiarci la stampante ed evitare eventualmente che inizi a perdere inchiostro per tutta la casa.

Un’altra soluzione potrebbe essere quella di smontare la stampante,
verificare se il tampone è realmente pieno oppure no,
se non lo è, procedere con il reset attraverso l’SSC Service e riprendere a stampare.

Abbiamo detto però che il software non funziona con i nuovi modelli Epson;
ad esempio noi ci siamo trovati ultimamente difronte ad un problema relativo alla Epson Stylus Photo PX830 una stampante di generazione recente sebbene sia stata tolta dal mercato,
è stata fino agli inizi del 2012 uno delle migliori Stampanti Fotografiche Multifunzione presenti sul mercato,
una stampante per la quale abbiamo dovuto testare una soluzione alternativa,
che andremo a scoprire nel prossimo post.

Incoming search terms:

Reset Assorbitore per Stampanti Epson Stylus Photo

Reset_Epson_Key

E’ ora di tornare ad occuparci di problemi relativi alle stampanti e nello specifico della categoria relativa al supporto tecnico,
intendiamoci, non siamo dei tecnici autorizzati Epson ne tanto meno dei maghi,
ciò che ci interessa è di analizzare alcuni problemi che possono ripetersi frequentemente per un discreto numero di persone che utilizzano questo genere di stampanti e cercare di risolverli.

Qualche mese fa abbiamo dato un piccolo spazio ad un software ormai storico che per anni ha permesso a migliaia di persone di poter azzerare il contatore relativo all’assorbitore o pad dell’inchiostro Epson e riprendere a stampare con la propria stampante senza esser costretto a portare la stampante in Assistenza ne tanto meno a spendere una cifra abbastanza consistente per un’operazione che in realtà non era poi così necessaria.

Coloro i quali hanno esperienza nel settore avranno capito che stiamo parlando del software SSC utility un software semplicissimo e che per anni ha funzionato e funziona tuttora su tantissimi modelli Epson di vecchia generazione,
si tratta prevalentemente dei modelli Epson stylus ed Epson stylus photo ma di vecchia generazione,
fino ai modelli Epson R200/R300,
per tutti questi modelli prima o poi a meno che la stampante non venga utilizzata pochissimo,
prima o poi ci si ritroverà davanti a delle spie lampeggianti e ad un messaggio che indica che uno o più parti della stampanti hanno terminato il loro ciclo di vita.

Più o meno il messaggio è questo,
in linea di massima nella maggior parte dei casi vuol dire che per la stampante l’assorbitore degli inchiostri cioè la spugna di recupero dell’inchiostro in eccesso è piena e quindi andrebbe cambiata prima che la stampante inizi a perdere inchiostro da tutte le parti,
Assorbitore_Inchiostro_Epson
molto spesso anzi quasi sempre il messaggio è in netto anticipo rispetto al riempimento reale e totale della spugna,
per evitare quindi di portare la stampante in assistenza o addirittura abbandonarla per la paura di non poterla più riparare,
è possibile procedere con il reset della stampante attraverso il software SSC utility Service.

In questo vecchio articolo abbiamo preparato una breve guida che riassume il funzionamento del software,
dove possiamo andare a recuperarlo e come va utilizzato,
se hai una “vecchia” Epson allora questo software fa al caso tuo,
lo stesso però non possiamo dirlo per le nuove stampanti epson,
questa generazione di stampanti infatti non può essere azzerata attraverso il software SSC utility service.

Questo vuol dire che le nuove stampanti epson inkjet non sono più resettabili?

La Risposta è NO,
certamente è una procedura leggermente più complicata ed anche leggermente costosa ma alla fine centra quello che è il nostro obiettivo e cioè di riprogrammare la nostra stampante.

Si tratta sempre di un software?

Funziona con tutte le nuove Stampanti Epson?

Se vuoi scoprire la risposta,
allora leggi il prossimo aggiornamento!!!

Incoming search terms:

Una guida per Stampare su CD e DVD Printable?

 

Se hai una Stampante Epson e sei alla ricerca di una guida che ti insegni i passi basilari per stampare su un supporto che sia un Cd oppure un DVD allora continua a leggere perché cercheremo di spiegartelo in questo articolo.

Per prima cosa quando devi stampare su un CD devi munirti di Cd o DVD che abbiano la patina bianca Printable che permette appunto la stampa su CD,
dopo di che prima bisogna masterizzare i dati sul Cd e poi è possibile stamparci di sopra,
non fare l’errore di stampare prima sul Cd e poi masterizzarlo perché eventuali graffi comprometterebbero in maniera irrimediabile l’utilizzo dello stesso.

Per quanto riguarda la saturazione del colore,
generalmente questa di default è inferiore rispetto a quella effettuata su una stampa fotografica normale,
puoi comunque decidere di diminuirla o aumentarla in base al risultato di stampa che ottiene,
se ad esempio la qualità è appiccicosa è opportuno diminuire la saturazione o viceversa,
tutto questo è possibile grazie all’utilizzo del Software Epson Print CD.

Generalmente per tutte le stampanti prodotte da Epson che hanno questo optional,
insieme al pacchetto Driver ed ai software che vengono inclusi con la stampante vengono inseriti software opzionali in base a quelle che sono le principali caratteristiche delle Stampanti,
se sono ad esempio Stampanti Multifunzione oppure Stampanti prevalentemente Fotografiche;
per questa tipologia di Stampanti troviamo anche Il software Print Cd per le impostazioni di stampa su CD/DVD.

In questo caso è possibile utilizzare le Impostazioni di base con le quali si sceglie il supporto di stampa sul quale stampare,
che in questo caso è CD/DVD ed il grado di saturazione da utilizzare prima di inviare la stampa,
altrimenti è possibile optare per le Impostazioni avanzate cliccando su Stampa Manuale entrando nella gestione del Driver di stampa,
per il resto basterà inserire l’immagine nell’area stampabile che trovi su Epson Print CD,
inserire il Cd nell’apposita slot a “lui” dedicata ed inviare la stampa stessa come sopra spiegato.

Incoming search terms:

Stampanti Epson che stampano su Cd e DVD nel 2012

 

Sicuramente Epson è un produttore di stampanti a getto di inchiostro che sulla qualità delle stampe a colori anche fotografiche ha costruito in parte il suo brand è nel corso degli anni ha continuato ad investire a discapito della situazione economica delicata e di quanti continuino a pensare che la stampa a colori sia in disuso.

Certamente anche in questo settore che per tantissimi anni ha avuto un trend sempre in crescita,
nell’ultimo periodo si è visto un leggero calo,
figlio della situazione generale mondiale e del nostro paese nello specifico,
questo non vuol dire però che non si stampi più e
che non ci siano delle specifiche nicchie di mercato con la necessità di stampare ad alta qualità,
anche su Supporti differenti dalla Carta come nel caso di Cd e DVD

Epson per anni insieme a Canon è stata l’unica azienda a produrre stampanti in grado di stampare direttamente su CD e DVD printable,
continua ad esserlo anche in questo periodo e sempre con modelli di stampanti fotografiche,
in alcuni casi stampanti semplici,
in altri sono delle Multifunzioni della serie Epson Stylus Photo PX in entrambi i casi parliamo comunque di stampanti fotografiche in quanto sono delle stampanti a 6 colori che oltre ai colori classici:
Nero, Ciano, Magenta e Giallo hanno anche colori Fotografici Ciano Light e Magenta light.

Tra i modelli attualmente presenti nel catalogo Epson dotati di slot per Cd e DVD troviamo la serie di Multifunzioni Epson Stylus Photo
PX660, PX720 e 730WD,
la PX830FWD  e la serie di stampante semplice P50,
tutti i modelli che abbiamo già recensito attraverso le pagine del blog eccetto per la Epson Stylus Photo P50,
uno dei modelli che in pratica sta sostituendo la vecchia e storica generazione di stampanti Epson fotografiche a 6 colori serie R200 ed R300,
nel corso degli anni il mercato è poi cambiato e trovare stampanti semplici sta diventando sempre più un eccezione ma questo è un discorso a parte.

Ciò che interessa ora è focalizzarci sull’argomento stampa su Cd e dvd,
vedremo la corretta procedura prendendo come campione un modello Epson di fascia medio alta nel prossimo articolo.

 

Incoming search terms:

Multifunzione Epson PX830FWD: scopriamo i Prezzi

 

Nel precedente articolo abbiamo conosciuto quello che attualmente è il Miglior Multifunzione Fotografico di casa Epson;
in assoluto quello più completo,
per motivi di spazio non abbiamo potuto citare tutte quelle che sono le principali caratteristiche e le novità che Epson ha presentato sulla nuova gamma di Stampanti Epson Stylus Photo serie PX,
ma se vuoi conoscere perlomeno quelle più importanti ti consiglio di dare uno sguardo a questo post.

In questo articolo invece andiamo a vedere per primo quelli che sono i prezzi del prodotto,
partiamo dal prezzo vero e proprio della serie Stylus Photo PX830FWD,
attualmente il prezzo si attesta su una forbice ce va da 200 a 250 euro circa,
in media con quello che è il listino attuale dei modelli Epson Stylus photo PX considerando che questo è il modello migliore;
mentre per quel che riguarda i costi di gestione,
ti rimando alla lettura degli articoli dedicati alle Cartucce Epson T0801 e T0791,
queste due differenti serie di cartucce a 6 colori sono infatti compatibili con questo prodotto,
naturalmente sul mercato esistono anche delle alternative,
vedi ad esempio Cartucce Compatibili o Ricaricabili oppure Cartucce con serbatoio di inchiostro separati,
i così detti CISS Sistemi a Ricarica Continua di Inchiostro.

Come spesso amo sottolineare, se si è alla ricerca del meglio del meglio,
e penso che sia questa la tua ricerca visto che hai scelto di comprare un Multifunzione Fotografico di fascia alta,
per avere il top della qualità devi utilizzare cartucce originali,
su questo modello ad esempio trovi lo speciale inchiostro Epson Claria,
anche delle caratteristiche degli Inchiostri Claria abbiamo avuto modo di parlare,
quindi se sei appassionato e vuoi saperne di più puoi rileggere la guida agli Inchiostri Claria.

E’ anche vero che stampare con inchiostri originali non ti permette di avere dei prezzi competitivi,
quindi devi fare delle scelte,
comunque se sei orientato verso la scelta di prodotti compatibili,
ti consiglio di fare una ricerca accurata su quelli che sono i migliori prodotti alternativi presenti sul mercato;
cercheremo di farla anche noi per te ma al momento è difficile dare indicazioni su quelle che possono essere le date di questa uscita.

Per quel che riguarda invece tutte ma proprio tutte le Caratteristiche tecniche del prodotto,
ti invito a scaricare la guida direttamente dal sito ufficiale Epson.

 

 

 

Incoming search terms:

Miglior Multifunzione Fotografico Epson Stylus Photo PX830FWD

 

Articolo dedicato a quello che attualmente in questa prima parte del 2012 il Miglior Multifunzione Fotografico della gamma di
Stampanti Epson Stylus Photo serie PX,
il modello oggetto della nostra Recensione è la Epson Stylus PX830FWD attualmente il top della gamma di
Stampanti Fotografiche Epson.

Se quello che stai cercando è un Multifunzione fotografico senza Fax allora hai sbagliato prodotto,
per questo puoi dare uno sguardo alla serie PX720/PX730,
se invece quello che cerchi il modello più completo in assoluto,
allora sei nel posto giusto;
questa nuova serie Epson Stylus Photo PX 830fwd è destinata agli appassionati di fotografia più esigenti;
è in grado di stampare sia documenti che fotografie e di effettuare scansioni, copie e invii di fax, grazie all’ampia scelta di funzioni avanzate che rendono questo prodotto il più completo in assoluto.

Per comprendere al meglio quelle che sono le funzionalità avanzate del prodotto,
basta leggere tra le righe le sigle che servono il modello PX830,
F sta per Fax,
W sta per Wireless,
D sta per Duplex.

Per quel che riguarda la configurazione Wi-fi questa è stata resa molto più semplice dando la possibilità anche agli utenti meno esperti di poter installare la stampante senza fili,
Non c’è bisogno infatti di inserire i dati della rete o di connettersi con un cavo USB: Stylus Photo PX830FWD trova e applica automaticamente le impostazioni necessarie alla connessione.

In realtà tutta la gestione della periferica è stata resa semplificata al massimo
L’ampio display LCD a colori da 19,8 cm con touch-screen intuitivo,
che guida attraverso il processo di stampa, la funzione PictBridge e gli slot per schede di memoria facilitano la stampa delle  anche senza PC.

In ultimo andiamo a vedere una delle ultime novità presentate da Epson nel corso del 2012,
Epson Connect la nuova tecnologia che permette di stampare senza fili da Tablet o da Smartphone senza la necessità di installare i driver di stampa sul proprio dispositivo,
naturalmente la serie PX830FWD è totalmente compatibile con questa tecnologia.

Per quanto riguarda invece le principali caratteristiche tecniche del prodotto e quelli che sono in generale i costi di gestione del prodotto,
diamo appuntamento al prossimo aggiornamento del blog.

 

Stampanti Epson Stylus Photo PX720 e PX730FW

 

Dopo aver dedicato una serie di articoli alla vecchia generazione di stampanti fotografiche Epson R200, R300 e simili,
torniamo all’attualità ed a quelli che sono i modelli Stylus Photo PX presenti nel catalogo attuale,
qualche giorno fa abbiamo fatto una breve recensione della Epson Stlyus Photo PX660,
ora saliamo leggermente di livello andando a vedere la serie Stylus Photo PX720/730FW.

In entrambi i casi siamo di fronte a due dei migliori Multifunzioni Fotografici a getto di inchiostro presenti sul mercato,
sebbene il premio Tipa award sia stato assegnato alla Canon MG8250,
ha nostro avviso perlomeno per quella che è la qualità delle stampe,
la serie Epson Photo PX grazie agli Inchiostri Claria,
ha poco da invidiare alla concorrenza.

Per quel che riguarda i prezzi,
siamo su una linea di prezzo che si aggira all’incirca su 150 euro,
sicuramente un prezzo superiore a quelli che sono i prezzi medi con cui i produttori ci hanno abituato negli ultimi anni,
d’altronde in questo caso si è quasi costretti ad alzare il prezzo per far capire la differenza enorme tra una stampante entry level ed una di fascia alta o medio alta come questa qui.

Per quanto riguarda i due modelli Epson Stylus Phot PX,
obiettivamente sono poche le cose che li differenziano e più che andare a trovare il cosiddetto pelo nell’uovo per vedere cosa una stampante ha e l’altra non ha,
andiamo direttamente a vedere quelle che sono le principali caratteristiche del prodotto:
entrambi i modelli sono delle Multifunzioni 3 in 1 dotati di Funzioni di Stampa, Copia e Scansione con Tecnologia Wireless e Stampa Fronte retro automatica,
il tutto gestibile attraverso il comodo pannellino touch screen a colori da 6.3 cm che permette di gestire in maniera semplice tutte quelle che sono le funzioni per cui è programmata la periferica,
è possibile inoltre usufruire della stampa diretta su Cd e DVD su entrambi i modelli quindi se sei alla ricerca di una
Stampante con stampa diretta su Cd e DVD puoi tenere in considerazione anche questi modelli.

Unica differenza evidente da quello che abbiamo notato risulta essere l’incompatibilità della
PX720 con la nuova tecnologia Epson Connect che se non la conosci puoi scoprirla qui;
in pratica permette la stampa immediata da Smartphone e Tablet grazie proprio a questa tecnologia;
altrimenti anche quelle che sono le performance sono pressappoco identiche:
velocità di stampa di 40PPM sia in BN che a colori in modalità bozza,
con la stampa di una Foto 10×15 in circa 10 secondi ed una
Risoluzione di stampa variabile ma che può arrivare anche a 5760×1440 dpi in base alla tipologia di stampa da effettuare.

Fino ad arrivare a quelle che sono le Cartucce di stampa identiche anche in questo caso:
serie Epson T0801 e T0791 che abbiamo avuto modo di presentare in altra occasione sia per le caratteristiche che per gli inchiostri in esse contenuti.

Ciss a ricarica continua per Epson Stylus Photo a 6 colori

 

Come promesso nell’articolo riguardante le cartucce ricaricabili epson a 6 colori per la serie T0801,
andiamo velocemente a vedere un altra possibile soluzione che ti permette eventualmente di abbattere i costi di gestione,
questa soluzione è il sistema a ricarica continua di inchiostro denominato CISS,
grazie a questo sistema si possono utilizzare dei serbatoi esterni di inchiostro attraverso i quali arriva inchiostro direttamente alle cartucce con dei tubicini esterni.

La differenza sostanziale rispetto alle cartucce ricaricabili autoresettanti è che con i CISS è possibile inserire molto più inchiostro nei serbatoi esterni e di conseguenza abbattere notevolmente quelli che sono i costi di gestione stessi.

Come tutti i sistemi anche questo a dei pro e dei contro,
se da una parte abbiamo il vantaggio di poter utilizzare dei serbatoi ad altissima quantità di inchiostro che permettono di gestire elevati volumi di stampe abbattendo drasticamente quelli che sono i costi di gestione,
dall’altro bisogna segnalare il fatto che la vita di un Ciss è appesa ad un filo essendo infatti un sistema che utilizza dei chip autoresettanti,
questi potrebbero anche andare in corto circuito e non essere più riconosciuti dalla stampante,
in quel caso hai solo una strada,
cioè sostituire tutto il CISS oppure inserire le cartucce nuove.

Tieni bene a mente quindi proprio questo genere di problema,
questo è infatti uno dei problemi maggiori che può avere il sistema a ricarica continua di inchiostro,
proprio per questo consigliamo nuovamente come in un articolo precedente in cui abbiamo trattato lo stesso argomento di procedere all’acquisto di un Ciss solo se è possibile eventualmente recuperare i microchip delle cartucce andate in corto circuito che non vengono lette dalla stampante oppure è possibile sostituire proprio la tanica stessa,
operazione un po’ più complicata ed alla portata di una cerchia veramente ristretta di utenti.

Se sei riuscito a risolvere anche questo problema,
allora vuol dire che siamo giunta proprio alla fine di questo argomento,
resta soltanto la corretta procedura di ricarica che scopriremo nel prossimo post

Cartucce Compatibili Ricaricabili per Stampanti Epson Stylus Photo a 6 colori

 

L’ultimo articolo è terminato con la promessa che avremo chiarito quelle che sono le differenze esistenti tra le cartucce ricaricabili ed i Ciss a sistema continuo di inchiostro,
il tutto per definire quale di questi 2 sistemi è adattabile alle cartucce a 6 colori della serie T0801 e di conseguenza anche della serie T0791 che in molti casi è una serie intercambiabile ad alta capacità.

Le cartucce ricaricabili sono delle cartucce che hanno un piccolo tappo dal quale è possibile inserire inchiostro del colore specifico della tanica  fino a  riempire la cartuccia e di seguito ad inserirla nuovamente nella stampante.

La procedura di ricarica è molto semplice,
basta aprire il tappo,
ricaricare la cartuccia fino a riempirla,
togliere il sigillo di sfiato della cartuccia;

operazione importantissima senza la quale la cartuccia non funzionerebbe ed installare la cartuccia nella stampante per poterla utilizzare.

La differenza sostanziale tra la nuova generazione di cartucce ricaricabili Epson a 6 colori codice T0801 e la vecchia generazione sempre a 6 colori epson T0481 è che quest’ultime necessitavano di essere resettate per poter poi essere utilizzate,
in quanto i chip montati su questa vecchia generazione di cartucce non erano autoresettanti e quindi andavano riprogrammati,
a differenza proprio della nuova generazione di cartucce dotata di chip autoresettante che permette alla cartuccia di venir riconosciuta dalla stampante nuovamente come piena una volta che questa viene reinstallata nella stampante oppure alla riaccensione della stampante stessa.

Questa ultima serie di cartucce autoresettanti rispetto alla vecchia generazione ha sicuramente questo vantaggio enorme,
è anche vero però che queste cartucce dotate di chip autoresettante per poter funzionare devono lavorare in serie,
questo vuol dire che se vuoi stampare con queste cartucce devi per forza utilizzarle tutte insieme a differenza della vecchia generazione che ti permetteva eventualmente di inserirle man mano che la stampante te lo chiedeva in maniera tale da poter terminare del tutto le altre cartucce ed eventualmente cambiare la cartuccia che veramente serviva.

Questo sistema si porta ancora dietro dei vantaggi ma anche dei piccoli svantaggi,
anche se in linea di massima questi sono minori rispetto all’uso dei Ciss, a getto continuo di inchiostro,
spiegheremo cosa voglio dire con questa affermazione già nel  prossimo articolo

Cartucce T0801 e T0791 compatibili e ricaricabili

 

La serie di Cartucce T0801 e T0791 è praticamente una serie di cartucce Epson intercambiabile su diversi modelli di stampanti,
soprattutto per l’ultima serie di Multifunzioni Inkjet serie Epson Stylus Photo PX,
troviamo entrambi i codici di cartucce a catalogo.

Nell’articolo in cui abbiamo presentato per la prima volta questa serie di cartucce,
abbiamo visto la durata, i costi e la quantità di inchiostro  presente al loro interno,
con le differenze presenti tra questi 2 differenti codici di prodotto,

in questo articolo prenderemo in esame invece quelli che sono i prodotti alternativi,
cartucce compatibili e ricaricabili.

Le cartucce compatibili sono delle cartucce completamente nuove,
prodotte da un altro produttore differente da Epson,
che nella maggior parte dei casi corrisponde in tutto e per tutto al prodotto originale,
anzi in alcuni casi ci ritroviamo di fronte  a prodotti compatibili long life con una maggiore quantità di inchiostro rispetto al prodotto originale e con prezzi che mediamente sono più bassi o comunque più competitivi rispetto ai prezzi del prodotto originale.

Se rientri in quel genere di utente che ha la necessità di stampare discreti volumi di stampa ma non tantissimi e vuoi comunque risparmiare,
l’utilizzo di cartucce compatibili può essere la migliore scelta a patto che tu riesca veramente a trovare un prodotto selezionato,
che abbia superato alcuni test di qualità e che riesca perlomeno a mantenere una qualità di stampa simile a quella prodotta con le cartucce originali epson.

Se invece rientri in quel target di utenza che ha la necessità di stampare altissimi volumi di stampa e di certo non puoi farlo con prodotti originali,
visto quelli che sono i costi di gestione,
allora prova con le cartucce ricaricabili oppure con i Ciss sistemi di ricarica continua di inchiostro che permettono di ricaricare dei serbatoi esterni di inchiostro ad alta capacità che trasportano inchiostro direttamente alle cartucce di stampa per mezzo dei tubicini.

Questi ultimi sono tra i sistemi più vantaggiosi per coloro i quali hanno la necessità di stampare discreti volumi di stampa,
cercheremo di conoscere meglio questi 2 sistemi adattandoli alla serie di cartucce sopra citate già dal prossimo articolo.

 

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress