Search Results for: controllo livello inchiostro stampante epson

Epson ColorWorks C3500

Come anticipato nel precedente aggiornamento, andiamo a vedere in maniera più dettagliata quelle che sono le specifiche complete di questo prodotto.

Epson ColorWorks C3500 (TM-C3500) è progettata per aiutare le aziende a stampare in autonomia un’ampia gamma di etichette a colori. Sia che si tratti della stampa di etichette, biglietti o cartellini, grazie all’elevata qualità di stampa fino a 103 mm/sec e alle cartucce di inchiostro a pigmenti separate, consente di risparmiare sull’outsourcing della produzione di etichette, stampando on-demand.

Stampa di etichette personalizzate

Con Epson ColorWorks C3500 (TM-C3500), è facile personalizzare e stampare etichette a colori di ogni tipo: dalle etichette per imballaggi con loghi e immagini colorati ai biglietti ai cartellini identificativi con codici a barre e informazioni di prodotto importanti. Inoltre, aiuta a conformarsi alle linee guida internazionali per l’etichettatura dei prodotti chimici (GHS), in quanto le etichette possono essere stampate on-demand senza utilizzare template prestampati.

Qualità elevata e lunga durata

Grazie agli inchiostri a pigmenti contenuti nelle cartucce separate, è possibile creare etichette estremamente definite e ricche di dettagli, ad asciugatura rapida e resistenti alle sbavature, all’acqua e allo scolorimento. E non solo le etichette sono di qualità eccellente: la lunga durata e la resistenza degli inchiostri a pigmenti le rendono perfette per un’ampia gamma di ambienti.

Stampante per etichette a 4 colori facile da utilizzare

È possibile stampare facilmente su un’ampia gamma di materiali, tra cui carta opaca e lucida, e su pellicole per etichette. Ciò significa che puoi creare esattamente il tipo di etichetta di cui hai bisogno. Il display LCD visualizza il livello dell’inchiostro e le informazioni sullo stato della stampante, mentre i comandi frontali e l’intuitivo software di configurazione permettono di far funzionare la stampante senza necessità di avere una formazione specifica.

Convenienza

Grazie alle cartucce di inchiostro a pigmenti separate, questa stampante per etichette è ideale per ridurre i costi di stampa e avere un costo unitario per etichetta ridotto, in quanto si sostituisce solo il colore più usato.

Caratteristiche principali

  • Stampe durature: Inchiostri a pigmenti di lunga durata
  • Velocità elevata: Stampa di etichette fino a 103 mm/sec
  • Carta opaca, lucida o altro: Stampa su un’ampia gamma di supporti
  • Facilità di utilizzo: LCD per il controllo di inchiostro e stampante
  • Risparmio sui costi: Cartucce di inchiostro separate

Photobox si affida ad Epson


PhotoBox

Nelle scorse settimane “PhotoBox” ha annunciato un nuovo investimento su delle Stampanti Epson.
Ha investito in cinque innovative stampanti di largo formato da 64 pollici Epson SureColor SC-S60600.

L’azienda le ha installate parallelamente alle 16 stampanti SureColor SC-S50600 esistenti nello stabilimento britannico per rispondere alla crescente richiesta di foto su canvas personalizzati.

La produzione continua di migliaia di canvas al giorno dimostra la capacità di queste nuove stampanti, efficienti in termini di inchiostro, di garantire una qualità, una velocità e tempi di attività superiori, il tutto a un costo per stampa inferiore.

PhotoBox è l’azienda di stampa fotografica B2C personalizzata leader in Europa.
Gran parte del suo successo è dovuto all’ispirazione, supportata dalla giusta
combinazione di prodotti, servizi, marketing e tecnologia innovativa.

Fondato nel 2000, oggi PhotoBox Group comprende sette marchi: PhotoBox, Moonpig, Hofmann, PaperShaker, Sticky9, posterjack e PosterXXL, e impiega circa 1.000 persone in tutto il mondo.

I cinque stabilimenti presenti in tutto il mondo trasformano le foto digitali in 600 diversi prodotti personalizzati, tra cui canvas, per i 30 milioni di iscritti in 20 Paesi.

James Lawrence-Jones, Group Technical Innovation Director presso PhotoBox, è responsabile per i prodotti e i processi di produzione. “Dal 2013, la domanda di foto su canvas è cresciuta del 70% di anno in anno e abbiamo ampliato i nostri stabilimenti di produzione per tenere il passo e fornire la migliore qualità e imigliori servizi ai nostri clienti” afferma James. “

Il modello SC-S60600 risponde alle esigenze dell’azienda. Le sfide in termini di produzione sono insolite poiché bisogna stampare, rifinire e spedire un elevato numero di canvas al giorno, più di 12.000 nel periodo natalizio.

La nuova stampante SureColor SC-S60600, solida e con stampa su rotolo, è stata progettata per rispondere alle esigenze di ambienti di produzione di alto livello, dove qualità elevata e affidabilità sono elementi fondamentali.

Si serve delle testine di stampa permanenti Epson PrecisionCore in una doppia configurazione CMYK per garantire un’eccezionale risoluzione a 1440x1440dpi e velocità fino a 95,3 metri quadri l’ora (single pass) e 52,3mq/h (applicazioni tipiche per banner).

Il sofisticato sistema di alimentazione dei supporti incorpora un controllo automatico della tensione avanzato e rulli a pressione dall’ampio diametro per ottimizzare la presa e la precisione di alimentazione.

Di conseguenza, gli operatori possono caricare un rotolo da 45kg e avviare unastampa senza supervisione, con la sicurezza di ottenere un risultato finale perfetto.

Dice James: il processo di stampa su canvas utilizzato da PhotoBox è molto semplice.

I clienti possono scegliere tre diverse grammature, 17 misure fino a 30×40 pollici formati rettangolari, quadrati e panoramici. Le immagini ricevute online tramite i 18 siti localizzati web regionali vengono organizzate automaticamente prima di essere stampate a ciclo continuo su un intero rotolo mediante una SureColor.

I rulli vengono quindi caricati su un tavolo Esko Kongsberg per essere tagliati e rifiniti automaticamente. L’intero processo, dal ricevimento dell’ordine alla spedizione, richiede in genere meno di 24 ore!

Formazione e assistenza
“Le stampanti SureColor sono eccezionali; le usiamo continuamente per produrre immagini eccezionali per i nostri clienti. Il nostro è un ambiente molto esigente e noi abbiamo bisogno di tempi di attività massimi. Per questo, quando
occorre, abbiamo a disposizione l’eccezionale assistenza offerta da Epson e Rockwell, il fornitore di servizi scelto da Epson”, afferma James.
Diversi dipendenti hanno inoltre frequentato la SureColor Academy di Epson, per poter utilizzare al meglio le stampanti. “La qualità è essenziale per la produzione, in qualsiasi periodo dell’anno. Per questo motivo il nostro personale riceve una formazione continua per essere sempre pronto nei momenti di picco.

Informazioni su PhotoBox Group
PhotoBox prende le fotografie dei clienti e le stampa su libri, stampe con cornice
e canvas di diversi formati e non solo. PhotoBox, che opera in 19 Paesi europei e
ha 30 milioni di iscritti, è l’azienda leader in Europa per la stampa B2C
personalizzata.


Stampante Epson ColorWorks C7500


ColorWorks_C7500

Continua la nostra carrellata di artiocli dedicata alla linea meno commerciale di Stampanti Epson, ma non per questo meno importante.
Anzi a dire il vero per utilità a volte alcuni prodotti, come le stampanti pos, le stampanti fiscali oppure le stampanti per etichette, risultano essere dei veri e punti di diamante presenti nel catalogo del colosso nipponico.

In questo aggiornamento andiamo a scoprire la nuova gamma di stampanti per etichette a colori Epson ColorWorks, partendo dalla serie ColorWorks C7500. È dotata della nuova testina di stampa PrecisionCore, progettata specificamente per l‘uso in sistemi di etichettatura per il settore commerciale e industriale. Le aziende del settore manifatturiero possono ora stampare internamente le etichette di cui hanno bisogno in modo efficace e conveniente, con qualità e velocità senza precedenti.

La nuova testina in linea PrecisionCore è il componente alla base delle prestazioni e dell’elevata affidabilità della serie ColorWorks C7500. Diversamente dalle tecnologie inkjet a caldo, la testina PrecisionCore utilizza le proprietà micromeccaniche degli elementi piezoelettrici per espellere l’inchiostro, utilizzando cariche elettriche invece del calore; inoltre la testina di stampa è fissa e non deve essere sostituita.

Il chip di stampa di ultima generazione PrecisionCore consente di generare 50.000 gocce di inchiostro al secondo. Il modello ColorWorks serie C7500 è in grado di stampare fino alla velocità di 300 mm al secondo. L’utilizzo della tecnologia Epson Variable-sized Droplet (VSDT) consente alla stampante di controllare le dimensioni delle gocce di inchiostro, mantenendo un equilibrio perfetto tra qualità di stampa e utilizzo efficiente dell’inchiostro.

La serie ColorWorks C7500 utilizza la tecnologia di controllo degli ugelli (NVT) di Epson per effettuare autonomamente il controllo del proprio stato. In questo modo, la stampante può eseguire sequenze di auto-manutenzione, per un funzionamento e una qualità di stampa omogenei e senza interruzioni.

Le stampe sono molto più resistenti con gli inchiostri a pigmenti, che rimangono sulla superficie del supporto e sono altamente resistenti alla luce, all’acqua, all’umidità e all’ozono grazie allo strato protettivo in resina. Inoltre, gli inchiostri DURABrite Ultra soddisfano gli standard GHS più recenti per l’etichettatura in ambito chimico.

La serie C7500 porta il software a un nuovo livello di integrazione. L’emulazione ZPLII consente la semplice sostituzione plug-and-play di eventuali stampanti per etichette monocromatiche già esistenti. Con il nuovo linguaggio di stampa ESC/Label di Epson è possibile aggiungere il colore al flusso dati monocromatico e stampare etichette a colori con qualsiasi applicazione software e praticamente con tutti i sistemi operativi.

Il modello C7500 riduce i tempi di stampa e le interruzioni correlate alla sostituzione dei materiali di consumo, grazie alle cartucce di inchiostro ad alta capacità e al supporto per rotoli di grande formato. Un solido chassis in metallo garantisce la massima resistenza in ambienti industriali, mentre il display LCD e il pannello di controllo frontali consentono di configurare la stampante in modo semplice e senza PC.

Il nuovo linguaggio di stampa, ESC/Label, consente di controllare le stampanti della serie C7500 da qualsiasi sistema operativo e/o architettura software. ESC/Label è inoltre compatibile con ZPLII, che consente una semplice sostituzione plug-and-play di eventuali stampanti per etichette monocromatiche già esistenti. Oltre a ciò, il flusso dati monocromatico ZPLII può essere facilmente arricchito con il colore, attraverso i nuovi comandi ESC/Label o la Printer Setting Utility di Epson.

Nel prossimo aggiornamento scopriremo nel dettaglio quella che è la scheda del prodotto.

Scheda tecnica della Epson SureLab D700


Dopo aver tracciato una breve panoramica di quella che è una delle principali Novità lanciate da Epson in questi ultimi anni.
Parliamo della gamma di Stampanti Fotografiche SureLab, stampanti inkjet compatte per grandi formati.
Andiamo ad elencarne, quelle che sono le specifiche tecniche del prodotto, con i dati forniti direttamente da Epson:

Tecnologia inkjet
Epson Micro Piezo drop-on-demand,
Tecnologia della testina di stampa a elevate prestazioni, progettata per grandi volumi di stampa,
Tecnologia Epson Variable-sized Droplet

Risoluzione di stampa 720×720 dpi su carta brillante, 720×720 dpi su carta lucida,
Risoluzione di 720×360 dpi su carta lucida “Luster”, Risoluzione di 720×360 dpi su carta lucida, Risoluzione di 1440×720 dpi su carta opaca “Matte”, Risoluzione di 1440×720 dpi su carta lucida “Luster”, Risoluzione di 1440×720 dpi su carta lucida
Dimensioni minime goccia 2,5 pl, con tecnologia Epson Variable-sized Droplet

Per coloro i quali ancora non lo avessero capito, stiamo parlando di un prodotto altamente professionale e non certo per uso domestico, è adatto ad esempio per un laboratorio Fotografico con volumi di stampe fotografiche abbastanza elevati.
Ciò lo si evince dal prezzo di questa stampante che supera 3 Mila euro circa.

Velocità di stampa max. 360 – 4×6″ (10x15cm) Prints/h, 8 – 4×6″ Secs per print

Tecnologia inchiostri Ultrachrome® D6-S
Set di inchiostri 6 colori
Colori disponibili Nero, Ciano, Ciano chiaro, Magenta chiaro, Magenta, Giallo
Capacità cartucce di inchiostro 200 ml
Supporti
Supporti utilizzabili Lucida, Luster, Matte
Gestione supporti Carta in rotoli
N. supporti rotolo 1 pcs
Specifiche rotolo posteriore Lunghezza max. rotolo 66 m, Weight < 4 kg, Diametro esterno 170 mm, Diametro rullo 76 mm ± 2 mm ( 3 pollici )
Larghezza supporti utilizzabili 102 mm (4″), 127 mm (5″), 152 mm (6″), 203 mm (8″), 210 mm (A4)
Formato stampa 4 pollicix4 pollici to 8 pollicix39 pollici, 10 cmx9 cm to 21 cmx100 cm
Larghezza di stampa max. 210 mm
Margini di stampa Margini definiti dall’applicazione, Senza margini
Taglierina automatica
Caratteristiche generali
Altri elementi hardware LED di controllo per inchiostri e carte in rotolo
Consumo energetico In funzione circa 120 W
Voltaggio 50/60 Hz, 200 V-240 V, 100 V-120 V
Available Software Printer Driver (standard bundling), Order Controller (optional)
Livello di pressione suono < 55 dB (A) (ISO9296 Standard)
Sistemi operativi supportati Mac OS 10.5+, Windows 7, Windows 7 x64, Windows 8
Interfacce USB 2.0 tipo A
Dimensioni 460‎ x 430 x 354 mm (LxPxA)
Peso 23 kg
Contenuto della confezione Manuale su CD, Driver e altri programmi (CD), Maintenance Tank, Cavo di alimentazione, Guida all’installazione,

Garanzia 12 mesi Assistenza on-site

Problema striature su Stampante Epson?


Test_Stampante_Epson.

Qualche giorno fa un nostro lettore ci ha chiesto una breve consulenza in merito ad un problema riscontrato sulla sua Stampante Epson;
si trattava di un modello Epson Stylus SX quindi una categoria di stampanti molto commerciale e tuttora utilizzata da migliaia di persone,
il problema riscontrato era relativo a delle striature in fase di stampa.

In pratica nel momento in cui veniva stampato un documento,
indipendentemente se si trattasse di un documento di testo oppure di una immagine, questa presentava appunto delle striature cioè dei vuoti,
il fondo di un’immagine non era pieno, bensì c’erano delle zone in cui veniva a mancare del tutto il colore oppure cambiava il colore stampato sebbene il file originale naturalmente non prevedeva tale modifica.

Il nostro amico quindi ci ha chiesto una consulenza ed un eventuale preventivo di spesa,
in realtà noi non siamo un centro specializzato epson e poi pur volendo potremmo anche riparare la stampante ma i costi tra il trasporto e tra la manodopera probabilmente supererebbero quelli che sono i costi di una nuova stampante,
considerando anche che andrebbero controllati anche i livelli delle cartucce,

Verifica_Livello_Inchiostro
non è certo infatti che i livelli siano pieni da garantire che nella normale manutenzione non vadano sostituire anche le cartucce di stampa,
tutto ciò potrebbe far scoraggiare chiunque e far propendere verso l’abbandono della stampante e l’acquisto di una nuova.

Non è sempre però è così,
infatti come abbiamo risposto al nostro amico,
per prima cosa dobbiamo capire che la stampa con delle striature è dovuta esclusivamente ad uno o più colori che non stampano,
nella stragrande maggioranza dei casi è un problema di testina, cioè ci sono uno o più colori che non stampano per nulla,
in parole povere vuol dire che sono bloccati gli ugelli che sono quei piccoli aghetti che compongono la testina di stampa e che permettono all’inchiostro di passare dal serbatoio delle cartucce al foglio di carta stesso.

Per quel che riguarda la manutenzione della testina di stampa,
questo è stato sempre uno dei nostri cavalli di battaglia,
abbiamo infatti creato una vera e propria categoria apposita con decine di articoli a riguardo,
quindi ne proponiamo la lettura anche rapida,
per iniziare a lavorare fai da te sulla propria stampante.

Non è detto però che non si possa trattare delle cartucce difettose,
naturalmente non saranno tutte difettose ma magari c’è ne sarà una o dure che non stampano per niente,
magari hanno qualche problema di erogazione o addirittura non è stato rimosso il sigillo di garanzia e quindi la cartuccia non eroga per niente inchiostro,
è difficile stabilire subito se la cartuccia è difettosa,
ma una possibile soluzione potrebbe essere quella di provare una nuova cartuccia al posto di quella che non stampa,
naturalmente dopo aver eseguito il controllo ugelli sulla nostra stampante ed aver chiaro in mente quelli che sono i colori della nostra stampante che non stampano per niente.

Test Controllo Ugelli che per i meno attenti andremo a rispolverare nel prossimo aggiornamento!

Bypassare chip Cartucce Epson?


Questo breve aggiornamento del blog serve per rispondere ad una domanda che troppo spesso nell’ultimo periodo ci viene posta e che è una delle ricerche principali effettuate dagli utenti che visitano il nostro blog,
la ricerca riguarda la possibilità di bypassare il chip di controllo delle cartucce Epson oppure è mirata alla ricerca di eventuali software che permettano di eludere il riconoscimento i livelli degli inchiostri sulle Stampanti Epson in maniera tale da non esser costretti alla sostituzione di alcuni colori ma bensì solo alla sostituzione dei colori che realmente servono.

A dire il vero già tempo addietro abbiamo parlato di ciò ed abbiamo chiarito per primo che non c’è modo di bypassare il riconoscimento del chip delle cartucce Epson per mezzo di eventuali software che agiscano direttamente sulla stampante,
dando uno sguardo online a questa ricerca siamo stati più volte catapultati sulle pagine di download del software SSC Utility,
in realtà questo software serve per azzerare il contatore delle pagine effettuate sulla stampante,
grazie ad esso è possibile in pratica resettare la stampante e farla ripartire da zero,
ma ciò non toglie che  una volta ripristinata la stampante, il livello degli inchiostri tornerà quello reale è non sarà riportato come pieno.

Livello inchiostro reale è una parola grossa in quanto non è mai attendibile del tutto,
ma questo è un altro discorso, ciò che preme sottolineare maggiormente in questo frangente è il fatto che il Software SSC utility,
il più famoso software utilizzato negli anni passati per azzerare il contatore delle stampe per le Stampanti Epson e di conseguenza anche l’assorbitore degli inchiostri,
non è aggiornato per tutta la nuova generazione di Stampanti Epson,
quindi se stai cercando un software di reset per Stampanti Epson Expression Home, Expression Premium oppure Workforce,
è questo qui

Ci sono metodi alternativi,
questo si, uno fra tutti è l’utilizzo del Chip Resetter che funziona fino ad ora perlomeno fino a modelli abbastanza recenti di
Stampanti Epson stylus sx e su cartucce epson t1281 e t1291,
ancora non abbiamo notizie sulle nuovissime cartucce appena entrate a catalogo,
però questa può essere una strada percorribile,
come d’altronde anche quella di utilizzare cartucce ricaricabili autoresettanti,
anche in questo caso il prodotto è ormai abbastanza sicuro per tutte le stamapnti epson stylus e si tratta di cartucce ricaricabili sulle quali troviamo Chip Autoresettante in grado di riprogrammarsi in automatico e quindi eludere il controllo della stampante in merito all’utilizzo di cartucce non originali.

Per quanto riguarda la nuova generazione di cartucce epson, per il momento lasciamo in sospeso il discorso,
mentre per quanto riguarda eventuali software alternativi per le nuove stampanti epson,
che non intervengono sulle cartucce ma possono intervenire sul Reset delle stampanti stiamo preparando delle nuove guide che presto saranno visibili online sempre sul nostro sito!

Incoming search terms:

Installazione Ciss Epson WorkForce A3


Andiamo solo momentaneamente a chiudere il cerchio relativo alle Stampanti Epson Work Force A3 con un articolo ancora una volta dedicato alle Cartucce utilizzate su queste Stampanti, ma in questo caso ci soffermiamo su un sistema alternativo,
cioè sul sistema a ricarica continua che chi opera da anni nel mercato è ha avuto a che fare con stampanti epson da diverso tempo conoscere bene.

Il Ciss è un sistema a ricarica continua che a differenza delle normali Cartucce utilizza un sistema di Cartucce con tubicini esterni che pescano inchiostro da dei Serbatoi esterni,
questo vuol dire che utilizzando sempre una stessa tanica di inchiostro andiamo ad utilizzare dei serbatoi che naturalmente permettono di sfruttare un quantitativo di inchiostro sicuramente superiore rispetto a quello che è il quantitativo di inchiostro presente nelle normali cartucce.

Per funzionare in maniera ottimale questo sistema necessità di 2 cose fondamentali,
per primo deve avere dei chip compatibili con le stampanti sulle quali viene installato ed allo stesso tempo deve essere auto resettante,
cioè deve effettuare in automatico il ripristino del livello degli inchiostri,
in maniera tale che le Cartucce non risultino mai scariche e quindi la stampante non si blocchi indicando inchiostro esaurito.

In questo caso va sottolineato il fatto che la Stampante non ha dei sensori che possono rilevare o meno la quantità di inchiostro presente nei serbatoi esterni,
bensì indica il livello di inchiostro stimato in base a quello che è l’utilizzo avuto con le cartucce che vengono normalmente riconosciute attraverso il microchip,
quest’ultimo riprogrammandosi di volta in volta riesce ad eludere il controllo da parte della stampante e quindi a fare credere che le cartucce vengano sostituite cosa invece non vera.

La seconda parte fondamentale da tenere sempre presente per un utilizzo ottimale del Ciss è il montaggio,
in questo caso il montaggio dei tubicini e delle cartucce varia da stampante a stampante in quanto ci sono delle differenze evidenti ad esempio tra la serie Epson Work Force e la serie Epson Stylus SX,
in questo caso grazie all’ausilio del video qui postato puoi vedere la procedura corretta per installare il Ciss sulle Stampanti
Work Force A3 di Epson

 

Incoming search terms:

Livello Inchiostri Stampante Epson su Windows 7


 

Se hai da poco cambiato sistema operativo e sei passato da un vecchio Windows ad uno più recente del tipo Windows 7 oppure hai appena comprato un nuovo PC sul quale gira comunque un nuovo Windows e dopo aver reinstallato la tua Stampante Epson ti sei reso conto  che sono scomparsi i livelli degli inchiostri relativi alle Cartucce,
non preoccuparti perché in realtà e soltanto cambiata la facciata di gestione della stampante.

Sui vecchi sistemi operativi Windows la procedura classica per andare a controllare il livello degli inchiostri relativi alle Cartucce di stampa era quella di andare su pannello di controllo del Pc,
aprire l’icona relativa alle Stampanti e da qui cliccare sull’icona relativa alla propria Stampante Epson,
una volta entrati nel pannello di gestione della Stampante su Preferenze di Stampa e di seguito Utility si aveva accesso a quello che era il vero e proprio centro di gestione di tutta la Stampante da qui al di là delle operazioni classiche di manutenzione del tipo Pulizia testine, Controllo Ugelli e Sostituzione Cartucce,

tramite Status Monitor era possibile rilevare subito il livello delle proprie Cartucce,
il discorso è leggermente differente sul Windows 7.

Non cambia la procedura,
infatti bisogna sempre accedere alla gestione della Stampante,
cambia però il menù relativo alle preferenze di stampa,
dal quale scompare definitivamente il Software relativo allo Status Monitor delle cartucce,


generalmente questo piccolo software aveva ed ha tuttora per la vecchia serie di stampanti epson un driver a parte che va installato per poter rilevare il livello delle cartucce e lo stato delle Stampante,
sul nuovo Menù da preferenze di stampa trovi immediatamente il link relativo al livello degli inchiostri subito sotto l’icona raffigurante le Cartucce.

Le sotto-pagine sono le seguenti come da immagine postata in alto:

Livello inchiostri – Informazioni sull’Acquisto – Valori Predefiniti – Impostazione e Gestione avanzata della periferica,
Cliccando su una di queste icone si possono modificare le impostazioni della stampante e monitorare lo stato della stessa,
mentre per quanto riguarda invece la manutenzione relativa alle testine di stampa,
non cambia nulla,
bisogna sempre andare su Manutenzione Stampante e da qui lanciare l’eventuale pulizia delle testine e di seguito eseguire un test di verifica riguardante lo stato degli ugelli.

 

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress