Search Results for: pulizia testine stampante epson stylus

Riepilogo dei nuovi modelli Epson Expression Home

Epson_XP_315

Una lunga lista di articoli è stata dedicata ai nuovi modelli Epson Expression Home, si tratta dei modelli
XP-212,
XP-215,
XP-312,
XP-315,
XP-412,
per ogni modello abbiamo cercato di creare una panoramica del prodotto, rilasciando anche quelle che sono le principali caratteristiche tecniche ed informando su quelli che sono attualmente i prezzi.

Terminiamo adesso l’argomento cercando di dare un giudizio finale su tutti e 5 modelli,
il giudizio è totalmente indipendente e per il momento si basa su quelle che a caldo sono le nostre impressioni.

Sicuramente Epson anche sui modelli di Stampanti Multifunzione Inkjet ha fatto dei passi in avanti,
basti pensare a come era la vecchia generazione di Stampanti Epson Stylus un esempio su tutti la serie DX per rendersi conto di come queste siano cambiate profondamente nel design e nella struttura portante delle stampanti,
più leggere, più compatte, più belle, più complete.

Ormai stampare anche da dispositivi mobile è diventata una necessità e quindi i produttori stanno producendo anche dal basso, cioè dai modelli più economici, stampanti in grado di stampare in wireless,
grazie ad una serie di Applicazioni create ad hoc proprio per questo.

Analizzando questi 5 nuovi modelli anche il modello più economico XP-212 stampa in wireless e da dispositivi mobile, quindi siamo davanti ad un prodotto abbastanza completo,
questo in parte giustifica il prezzo più elevato rispetto a prodotti concorrenti di pari livello,
vedi ad esempio alcuni modelli HP Deskjet oppure Canon Pixma.

Se però dobbiamo spingere verso un prodotto specifico allora la scelta ricade sui modelli XP-312 oppure XP-315,
meglio il secondo modello visto che in questa fascia di stampanti, trovarne una con colori chiari è diventata una rarità,
a parte il colore, il vantaggio principale risiede nella possibilità di poter gestire la stampante direttamente dal pannello di controllo LCD, un vantaggio non da poco,
soprattutto per coloro i quali non sono molto pratici nella corretta manutenzione delle testine di stampa oppure per la sostituzione delle Cartucce.

Questa rimane comunque la nostra prima impressione, sulla quale siamo pronti ad aprire un dialogo con coloro i quali a breve inizieranno a testare questi nuovi modelli Epson Expression Home.

 

Service Manual per Epson Stylus Photo R260/360 series

Dopo aver presentato uno dei nuovi argomenti che inizieremo a trattare man mano sulle pagine di Stampanti Epson,
l’argomento relativo ai Service Manual e quindi nello specifico all’assistenza sulle Stampanti Epson, delineando la differenza principale che corre tra un Service Manual di una stampante ed un manuale d’uso di una Stampante,
passiamo a segnalare qualche Service manuale che ancora può essere utile per coloro i quali utilizzano una vecchia stampante epson e stentano a disfarsi.

Iniziamo con il segnalare i Service Manual per alcuni vecchi modelli Epson Stylus Photo,
nello specifico parliamo di modelli storici come ad esempio i modelli Stylus Photo R260 ed R360 tanto per citarne alcuni,
in realtà l’eventuale Service manual può tranquillamente essere utilizzato anche su altri modelli Epson appartenenti sempre alla stessa categoria Stylus Photo quali ad esempio i modelli Epson R200, R300 ecc…

Bene o male tutti questi modelli sono molto simili tra loro quindi le parti meccaniche al loro interno sono simili,
se sei quindi alla ricerca di un manuale che mostri dettagliatamente come sono fatte queste Stampanti Epson Stylus e come eventualmente procedere per la sostituzione di eventuali pezzi di ricambio allora il manuale da scaricare è senza dubbio questo qui:

All’interno del manuale trovi inizialmente una panoramica di queste stampanti,
dopo di che si passa alle varie parti singole che compongono queste stampanti,
essendo delle Stampanti Epson Stylus Photo sono dotate ad esempio del supporto per la stampa diretta su Cd e DVD,
viene quindi mostrata questa parte ed eventualmente come procedere per la sostituzione,
discorso analogo per qui modelli dotati anche di pannello LCD,
non tutto per la verità, solo quei modelli che sono usciti  successivamente alle prime Epson Stylus R200 hanno iniziato ad esser dotati di pannello LCD,
in questo caso vengono anche analizzati i vari Led e di conseguenza le spie che possono segnalare eventuali guasti.

Dopo la prima introduzione il manuale prosegue con la parte relativa al Disassemblaggio e conseguente nuovo assemblaggio delle Stampante, in questo caso si entra più nello specifico del Service manual della stampante perché finalmente viene mostrata la procedura per rimuovere eventuali parti di queste stampanti in maniera dettagliata ed evitando in questo caso di fare dei danni visto che soprattutto se si ci cimenta per la prima volta in questo caso il rischio più elevato è quello di fare danni.

Dopo di che si passa alla parte hardware di queste stampanti, in cui viene spiegato dove si trova la scheda madre della Stampante, l’alimentatore e tutte quelle altre componenti che permettono alla stampante di adempiere a tutte le proprie funzioni,
anche in questo caso il manuale è molto dettagliato in quanto mostra con figure e schemi dove si trovano le varie componenti ed eventualmente come procedere per rimuoverli e sostituirli.

In ultimo troviamo anche un’area dedicato alla manutenzione della stampante,
quella che maggiormente può dare problemi,
cioè l’area in cui troviamo la Testina di stampa e tutte le componenti che permettono alla stampante di mantenere una elevata qualità di stampa evitando incrostazioni negli ugelli di stampa che possono determinare una cattiva qualità di stampa,
proprio per questo nel precedente articolo siamo andati a scoprire la procedura per lo Smontaggio e l’eventuale pulizia o sostituzione delle Testine di stampa.

Incoming search terms:

Smontare Testina su una Epson Stylus Photo

Uno dei problemi principali riscontrati con le Stampanti Epson inkjet è senza dubbio quello relativo alla qualità delle stampe,
abbiamo già trattato in passato questo argomento spiegando che nella stragrande maggioranza dei casi il problema è relativo alla testina di stampa e nello specifico agli ugelli di stampa che intasandosi non permettono all’inchiostro di passare, perlomeno non in maniera perfetta quindi la qualità delle stampe può risultare scadente o addirittura pessima.

Abbiamo postato diversi articoli in cui abbiamo spiegato come procedere per la pulizia delle Testine,
lo abbiamo fatto negli articoli in cui abbiamo spiegato la procedura da effettuare da Pc per poter procedere con Pulizia testina e di seguito con Controllo degli ugelli,
una stampa che mostra lo stato attuale dei colori della stampante e se la procedura di Pulizia testina ha iniziato a dare qualche frutto oppure no.

In seguito siamo passati a metodi alternativi,
uno su tutti lapulizia delle testina mediante del liquido sblocca testine, un particolare liquido che serve per sciogliere eventuali incrostazioni negli ugelli,
il vantaggio dell’utilizzo di questo sistema rispetto alla pulizia da PC è che con questo sistema si evita di sprecare inchiostro ed in alcuni casi riesce a dare risultati migliori rispetto alla procedura classica indicata dal produttore.

Se con nessuno di questi sistemi si riesce a risolvere il problema, allora le strade che rimangono da percorrere sono 2,
buttare la Stampante e comprarsene una nuova oppure procedere con la pulizia della testina di stampa manuale,
in parole povere dobbiamo smontare la testina di stampa e sostituirla oppure provare a  pulirla più accuratamente di quanto non abbiamo fatto con il liquido sblocca testina.

Per procedere con lo smontaggio delle Testina bisogna smontare la Stampante, individuare le varie parti che compongono la testina di stampa e quindi di seguito procedere con lo smontaggio,
è un’operazione non semplicissima e generalmente viene effettuata solo nei Centri specializzati Epson,
visto però il costo che può avere un’operazione del genere,
indichiamo una possibile strada alternativa,
non certo facile ma come ultima alternativa a costo zero o quasi,
quella di smontare la testina da soli.

Per eseguire questa procedura invitiamo a dare uno sguardo a questo service manual

Nella parte relativa al disassemblaggio del meccanismo di stampa, troviamo la procedura relativa allo smontaggio della Testina di stampa, per avere un quadro preciso della situazione suggeriamo di dare uno sguardo alle pagine che vanno dalla numero 88 alla numero 92,
con questo non possiamo dare la certezza di risolvere il problema ma sicuramente ci sono maggiori probabilità di riportare la stampante ad una qualità di stampa decente.

Incoming search terms:

Cartucce Epson durano poco?

 

Se sei passato da una vecchia serie di Stampanti Epson ad una nuova,
magari ad una Epson Stylus serie Sx di quelle commerciali allora probabilmente sei stupito di quanto durino poco le Cartucce su questa nuova serie di Stampanti,
il problema purtroppo è abbastanza comune per tutta la nuova gamma di Stampanti Epson inkjet,
perlomeno per quella gamma di stampanti di fascia economica.

Sebbene con l’avvento delle Cartucce a colori separati la stragrande maggioranza dei produttori hanno garantito minori sprechi di inchiostro visto che si abbandonava definitivamente la sostituzione di una cartuccia a colori anche se questa era mezza piena,
sostituendola con la nuova generazione di cartucce a colori separati con consumo di inchiostro più intelligente,
i produttori stessi non hanno però detto che all’interno di queste cartucce le quantità di inchiostro sono diminuite specialmente per quanto riguarda le Cartucce standard,
alcuni esempi su tutti sono le Cartucce Epson serie T1281 la serie delle Cartucce Epson con la Volpe oppure la serie delle Cartucce Epson con la scimmia serie T0891,


in queste cartucce troviamo quantità di inchiostro veramente scarse,
parliamo di poco più di 5 ml di inchiostro per quanto riguarda il nero,
e poco più di 3 ml di inchiostro per le altre cartucce a colori.

Se alla scarsa quantità di inchiostro andiamo ad aggiungere anche il fatto che  tutte le stampanti epson inkjet sono programmate in maniera tale che  ad ogni riaccensione  parte in automatico un ciclo di pulizia delle testine,
che da una parte ha il compito di sbloccare eventuali intasamenti degli ugelli e quindi di rimettere la stampante nelle migliori condizioni ma dall’altro ha un difetto abbastanza evidente,
cioè un consumo enorme di inchiostro che porta praticamente le Cartucce a svuotarsi con pochi cicli di pulizia.

In pratica se partiamo dal presupposto che le nuove Cartucce Epson specialmente quelle standard e tra queste includerei anche le nuove
Epson numero 18 serie Margherita

oltre a quelle sopra citate hanno al loro interno veramente poco inchiostro ed in più a questo dobbiamo aggiungere anche il consumo dovuto ai cicli ripetuti di pulizia degli ugelli che si ripetono ad ogni cambio cartucce e soprattutto ad ogni riaccensione della stampante ecco che  viene spiegato l’arcano mistero del perché le cartucce della tua stampante epson durano così poco.

Intendiamoci,
non tutte le Cartucce Epson durano così poco, esistono tanti modelli,
soprattutto per quanto riguarda la serie di Stampanti Work Force Pro,
sulle quali le Cartucce hanno una lunghissima durata ed un costo copia veramente basso,
ma se stai leggendo questo articolo allora vuol dire che non hai comprato una Epson Work Force ma bensì una stampante molto più commerciale,
probabilmente una Epson Stylus oppure una Epson Expression Home stampanti sulle quali le Cartucce hanno una durata realmente scarsa.

Incoming search terms:

Come sbloccare le Testine Epson: Metodo Alternativo!

 

Qualche settimana fa abbiamo spiegato una possibile procedura da effettuare manualmente per sbloccare testine di stampa intasate,
in questo articolo suggeriamo di dare uno sguardo a questo video,
caricato da alcuni ragazzi che spiegano una possibile strada da intraprendere per poter risolvere un dei problemi più frequenti con cui gli utilizzatori di stampanti epson si vanno a scontrare,
cioè il problema dell’intasamento della Testina di stampa e di conseguenza una scarsa qualità delle stampe.

Nel video viene suggerito l’utilizzo di Alcol Etilico,
che viene “sparato” direttamente negli ugelli presenti nella Testina di stampa,
l’operazione va eseguita con l’ausilio di una siringa e va effettuata per diverse volte fin quanto non si riesce a risolvere,
il  Video è ben fatto e ti consiglio di seguirlo attentamente anche perché dura poco più di 3 minuti,
quindi non ti ruba molto tempo.

In linea di massima è molto simile alla procedura da noi spiegata un po’ di tempo fa,
anche se dobbiamo esser sinceri questa procedura sopra spiegata è migliore,
sfruttando l’ausilio del Video l’utente ha la possibilità di comprendere meglio come procedere,
l’unica contraddizione sta nel fatto che nel Video si dice che non bisogna smontare niente,
in questo caso diciamo che è vero solo in parte,
non va smontata la testina che come vediamo rimane fissata all’interno della stampante,
ma vanno però smontate alcune parti della stampante come puoi vedere,
in pratica come puoi ben vedere:
rimane la struttura portante della stampante ma tutto il resto viene tolto per dare la possibilità all’utente di procedere al meglio.

Detto questo abbiamo deciso di condividere il Video essendo a nostro parere molto utile per la comunità di persone che utilizzano ogni giorno una Stampante Epson inkjet e sono alla costante ricerca di possibili soluzioni ai vari problemi che possono verificarsi con l’utilizzo della stessa,
va però  chiarito che lo smontaggio di una Stampante Epson di nuova generazione,
vedi ad esempio una Epson BX oppure una Epson PX non ha niente a che vedere con lo smontaggio di una vecchia Epson DX come da video,
molto più semplice essendo queste vecchie stampanti  più semplici rispetto a tutta la nuova gamma di Stampanti Multifunzione attualmente in produzione.

 

 

 

 

Incoming search terms:

Pulizia ordinaria degli ugelli su una Stampante Epson Inkjet

Nel precedente articolo abbiamo capito quali sono i rischi di avere una stampante epson e tenerla ferma per un tempo prolungato,
e cioè l’otturazione degli ugelli che portano ad una scarsa qualità delle stampe,
generalmente se  prendiamo il manuale della stampante oppure lo scarichiamo direttamente dal sito Epson,
quello che ci viene detto nella sezione Risoluzione dei Problemi e di entrare nelle utility di stampa e lanciare ripetutamente dei
cicli di pulizia delle testine,
terminata l’operazione seguirà un secondo avviso in cui viene chiesta una verifica degli ugelli attraverso un Controllo Ugelli.

A volte se fatta in tempo questa procedura può essere risolutiva nel senso che si riesce a rimettere in sesto la stampante ed a tornare ad una qualità di stampa decente,
spesso e volentieri però solo con questa procedura il problema non lo si risolve,
bisogna quindi andare oltre,
di regola fino a qualche tempo fa la tappa successiva era quella di passare direttamente alla manutenzione straordinaria della stampante,
smontando la testina e pulendola da dentro,
sicuramente un operazione alla portata di pochi,
onestamente non riesco ad immaginare una donna con la pazienza di smontare una testina di stampa,
lavarla, pulirla e rimontarla,
di seguito eseguire dei test di stampa 🙂 .

Per ovviare a questo problema vista la domanda crescente nel mercato,
si è pensato di studiare dei liquidi adatti alla pulizia delle testine,
in grado di sciogliere eventuali incrostazioni di inchiostro ma allo stesso tempo senza andare ad aggredire la piastra di silicio delle testina ne tanto meno i contatti in rame.

Questa tipologia di liquido viene chiamato liquido sblocca testine ed è in grado se usato bene di risolvere problemi che spesso la procedura di pulizia testine eseguita da pc oppure direttamente dal pannello di manutenzione stampante non è in grado di fare,
oltretutto l’utilizzo del liquido pulisci testine a differenza della pulizia testine diretta con le cartucce è meno costoso,
in quando insistendo con la pulizia fatta da pc si rischia di consumare al 100% le cartucce senza risolvere il problema ed essendo costretti a comprare nuovamente le cartucce.

Uno dei nomi con i quali viene citato questo liquido e “liquido magico”;
Magic Liquid proprio perché in teoria riesce a risolvere un bel po’ di problemi;
in parte abbiamo gia visto come utilizzare questo liquido concluderemo il discorso nel prossimo post dando uno sguardo a quella che è la composizione chimica del prodotto e cosa lo differenzia da altre tipologie di prodotti analoghi.

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress