Epson Ecotank ET-M3170

Torniamo ad occuparci di Stampanti Epson Ecotank, andando a scoprire uno dei nuovi modelli proposti dalla casa nipponica anche sul mercato italiano.

Come anticipato nel mese di Dicembre, sono comparsi sul mercato i primi modelli di Stampanti e Multifunzione Ecotank monocromatici, che permettono di stampare in questo caso solo in bianco e nero, mantenendo il sistema di ricarica continua d’inchiostro.

Tra questi nuovi modelli troviamo l’ Epson EcoTank ET-M3170. Si tratta di un intuitivo multifunzione monocromatico per l’ufficio caratterizzato da un TCO estremamente basso, oltre che da un design elegante e compatto. Grazie al pratico flacone di inchiostro fornito in dotazione, consente di stampare fino a 6.000 pagine. La connettività Wi-Fi/USB e l’espulsione della prima pagina in soli sei secondi, inoltre, garantiscono una produttività molto elevata.

Risparmio sui costi

Pratica e conveniente, la tecnologia inkjet di Epson, insieme al serbatoio di inchiostro ad alta capacità, assicura un basso TCO e un costo per pagina davvero competitivo.

Il pratico sistema di riempimento e i flaconi di inchiostro progettati per rendere la ricarica più agevole riducono al minimo il numero di interventi necessari. Inoltre, il serbatoio posizionato nella parte anteriore del multifunzione consente di controllare con facilità il livello di inchiostro residuo e semplifica al contempo l’operazione di ricarica, il tutto garantendo un design compatto. Con un tempo di espulsione della prima pagina di soli sei secondi (con la stampante in modalità Sleep) e una velocità di stampa di 20 ppm, anche l’attesa si riduce notevolmente.

A differenza delle stampanti laser, la tecnologia inkjet di Epson non richiede alcun preriscaldamento durante il processo di stampa, con conseguente riduzione dei costi energetici.

Grazie alla connettività USB, al Wi-Fi e all’ingombro ridotto, questo multifunzione può essere posizionato su qualsiasi scrivania e collegato con facilità a un PC fisso o portatile.

Caratteristiche principali

  • Basso TCO: Costi di stampa ridotti al minimo
  • Flaconi di inchiostro ad alta capacità: Possibilità di stampare fino a 11.000 pagine con l’inchiostro incluso
  • Risparmio di tempo: Stampa, scansione, copia e fax
  • Bassi consumi energetici: Tecnologia inkjet per minori consumi energetici
  • Connettività: Wi-Fi, USB ed Ethernet

Nel prossimo aggiornamento, entreremo nel merito di quelle che sono le specifiche tecniche complete, rilasciate attraverso la scheda tecnica.

Differenza tra Epson Workforce Pro WP-M e Stampanti Laser


 

Epson_Aculaser_M1400

 

Epson_WPM_4015

 

 

 

Dopo aver presentato la nuova linea di Stampanti Workforce Pro monocromatiche da poco lanciate da Epson sul mercato ed averne conosciute quelli che sono i modelli che si differenziano tra Stampanti semplici e Multifunzione,
andiamo a scoprire quelle che sono le principali differenze tra questa linea di stampanti ed altri prodotti concorrenti ad esempio laser monocromatici BN.

Andiamo a prendere come campione le stampanti laser BN perché possono essere le uniche vere e proprie concorrenti di queste Epson Workforce Pro serie WP-M lanciate sul mercato,
questo perché non esiste un prodotto analogo concorrente, e la prima volta che viene prodotta e commercializzata una linea di stampanti del genere,
Stampanti e Multifunzioni per ufficio adatte per elevati volumi di stampa e che stampano solo ed esclusivamente in Bianco e nero,
questa linea esiste da poco e solo le Epson Workforce Pro WP-M.

Ecco che quindi per trovare prodotti concorrenti dobbiamo concentrarci su stampanti laser e capire se ci sono e quali sono i concorrenti,
prima di tutto dobbiamo chiarire che si tratta di stampanti di fascia media,
non siamo davanti a stampanti altamente commerciali da 50/60 euro,
tutt’altro, siamo davanti a vere e proprie Stampanti Business e quindi il paragone dobbiamo farlo con una categoria di stampanti analoghe,
anche perché se andiamo a vedere quelli che sono i costi di gestione di una stampante Laser Epson entry level come ad esempio una
Aculaser M1400 anche utilizzando il toner originale ad alta capacità da 2200 pagine, comunque sfiora come prezzo di acquisto 90 euro e quindi siamo abbondantemente sopra i 4 centesimi a copia, un costo copia molto più elevato del costo copia prodotto dalla linea
Epson workforce pro WP-M che si attesta su 1 centesimo e mezzo circa.

E’ anche vero che una Epson Aculaser viene a costare circa 100 euro, mentre una Epson WPM4015dn costa 300 euro,
200 euro di differenza su una stampante sono una cifra considerevole, ma è una differenza che dipende sempre dai numeri che abbiamo, cioè da quante stampe mese oppure meglio ancora all’anno facciamo; se ad esempio stampiamo 1000 pagine al mese stampare con una stampante oppure con un’altra ha una differenza in termini di costi di circa 30 euro!
Si 30 euro che moltiplicati per 12 mesi vogliono dire 360 euro
ecco che in meno di un anno abbiamo già ammortizzato quella che è la spesa iniziale della stampante e stampiamo in economica continuando ad utilizzare prodotti originali,
sottolineiamo infatti che il nostro conteggio è fatto rigorosamente analizzando quelli che sono i prezzi dei prodotti originali.

Il discorso cambia poco anche se andiamo ad acquistare una stampante worforce laser economica,
diciamo che in questo caso comunque non parliamo di stampanti entry level perché anche la linea più economica Epson workforce AL-M200 ha un prezzo che sfiora i 300 euro per un costo copia ancora una volta di almeno 4 centesimi per copia, almeno 2 volte e mezzo più costoso del costo copia delle Epson workforce pro WP-M.

Fino ad ora analizzando i prodotti Epson Laser oppure inkjet fino a 300 euro e che stampano solo in Bianco e nero abbiamo avuto modo di verificare che non c’è storia, queste stampanti di nuova generazione Workforce Pro WP-M hanno un costo copia decisamente più basso,
cercheremo di capire quindi se ci sono e quali sono i modelli Laser Epson in grado di garantire un costo copia più basso di quello incontrato fino ad ora, lo faremo nel prossimo articolo.

 

Stampante per ufficio Epson WP-M4095dn


Stampante_Epson_WP_M4095_DN

Continuiamo a trattare l’argomento caldo del blog,
relativo ai nuovi modelli di Stampanti inkjet Workforce monocromatiche per ufficio,
si tratta dei modelli Workforce WP-M,
e dopo aver dedicato un primo articolo al modello base che è la Workforce Wp-M40915dn ci proiettiamo su quello che dovrebbe essere un modello superiore cioè l’Epson WP-M4095dn.

Abbiamo usato il condizionale perché a dire il vero perlomeno per quelle che sono le caratteristiche tecniche dichiarate dal produttore, non notiamo particolari differenza con il modello WP-M40915dn,
in attesa di approfondire meglio l’argomento e comprendere quale differenza ci sia, perché comunque una qualche differenza ci dovrà pur essere visto che viene difficile capire il perché siano stati creati 2 modelli chiamati in maniera differente:
Epson WP-M4015dn ed Epson WP-M4095dn ma che all’apparenza sembrano uguali in tutto e per tutto.

Andiamo comunque a ribadire quelle che sono le principali caratteristiche tecniche di questo modelli che come detto segue la scia di tutti i nuovi modelli Epson workforce inkjet business,
dei modelli che si differenziano tra loro per essere stampanti a colori per ufficio ed è il caso delle Epson Workforce Pro oppure stampanti solo bianco e nero per ufficio ma inkjet ed è il caso dei modelli WP-M4015 e 4095dn per quanto riguarda le stampanti semplici oppure
WP-M4525 oppure WP-M4595dnf per quel che concerne i modelli Laser Multifunzione con fax.

L’Epson WP-M4015dn ha una velocità di 16 ppm in modalità standard e 26ppm in modalità bozza,
con una Risoluzione di stampa di 1200×6000 dpi ed un ciclo di funzionamento massimo mensile di 30 mila pagine, prima piccola differenza tra questo modello ed il modello WP-M4015dn sta nelle performance e nella capacità di gestire volumi di stampa più elevati.

Per quel che concerne la qualità delle stampe, come sempre e per tutti i modelli Epson rimane elevata nonostante si tratti duna stampante solo bianco e nero,
ciò è dovuto all’utilizzo di Inchiostro Durabrite resistente all’acqua, alle sbavature, agli  evidenziatori ed allo scolorimento, in quanto si asciuga all’istante, mentre per quanto riguarda la gestione della carta, abbiamo duplice vassoio uno da 250 pagine frontale ed uno posteriore da 80 pagine,
va detto inoltre che la stampante ha il Fronte retro automatico ed in più gode anche di connettività di rete grazie alla scheda eterneth integrata,
ciliegina sulla torta ormai presente su quasi tutti i modelli di stampanti epson di nuova generazione, la compatibilità con Epson iPrint l’applicazione mobile di Epson che permette di stampare in wireless da dispositivi mobili: tablet e smartphone di ultima generazione.

E’ difficile al momento capire se questa nuova gamma di stampanti lanciate da Epson avranno successo oppure no,
certamente dobbiamo partire dal presupposto che si tratta comunque di stampanti abbastanza costose si parla anche per i modelli di stampanti monofunzione come i modelli sopra citati di stampanti con prezzo medio non inferiore a 300 euro,
molto più alto quindi  della stragrande maggioranza delle stampanti laser entry level presenti sul mercato,
il plus sta nei costi di gestione di queste stampanti più snelli rispetto alla stragrande maggioranza dei modelli laser,
costi che andremo a riscoprire nei prossimi aggiornamenti in cui continueremo a trattare l’argomento relativo alle stampanti inkjet Epson Workforce.

 

Nuova Epson Workforce pro WP-M4015dn


Stampante_Epson_WorkForce-Pro_WP-M4015DN

Nel precedente articolo abbiamo avuto modo di presentare la nuova linea di Stampanti per ufficio inkjet monocromatiche lanciate da Epson,
si tratta della linea Epson Workforce WP-M ed è in un certo senso una vera e propria rivoluzione nel settore in quanto fino ad ora nessun produttore aveva proposto sul mercato delle stampanti inkjet che stampassero esclusivamente in Bianco e nero e che fossero in grado di gestire anche dei volumi di stampa abbastanza elevati come nel caso delle Epson Workforce pro WP-M.

Attualmente nel catalogo Epson sono presenti ben 4 modelli workforce bn inkjet suddivisi tra modelli semplici e modelli multifunzione,
in questo caso andremo a scoprire il modelli Epson WP-M4015DN che dei 4 modelli è sicuramente quello più economico e meno performante ma rimane pur sempre una stampante da tenere in considerazione come possibile acquisto per un ufficio oppure un’azienda che ha la necessità di gestire dei discreti volumi di stampa ma non necessità di stampare  a colori, bensì solo ed esclusivamente in bianco  e nero.

Bisogna comunque precisare il fatto che stiamo parlando di una stampante semplice, ma è pur sempre una stampante in grado di stampare anche in fronte retro automatico ed in più di essere collegata attraverso una rete lan per mezzo della scheda di rete integrata;
quindi non è poi una stampante così tanto semplice, bensì una vera e propria stampante da ufficio.

Analizzando quelle che sono le performance della stampante dobbiamo comunque segnalare che non sono altamente performanti, da questo punto di vista se dobbiamo dirla tutta ci si aspettava qualcosa di più visto che comunque ci troviamo davanti ad una stampante che in media costa non meno di 300 euro,
ma ha una velocità di stampa di 16ppm in modalità normale e 26ppm in modalità bozza veloce,
da questo punto di vista probabilmente si sarebbe potuto fare qualcosa in più,
per quanto riguarda la Risoluzione di stampa è di 1200×600 dpi,
mentre il ciclo di funzionamento mensile è di 20 mila pagine.

Il vantaggio di queste stampanti sta però nei costi di gestione che risultano inferiori rispetto ai costi di gestione incontrati sulle stampanti di pari categoria,
queste nuove Epson Workforce Pro WP-M utilizzano infatti una sola tipologia di cartuccia che è una vera e propria
tanica di inchiostro da 10 mila copie con prezzo medio di poco superiore  a 100 euro,
quindi siamo su un costo per copia di circa  1 centesimo e mezzo ai quali si va ad aggiungere di tanto in tanto una piccolissima “spesuccia” relativa alla tanica di manutenzione della stampante,
da 50 mila copie al prezzo medio di poco superiore a 20 euro.

Da questo punto di vista queste nuove stampanti Epson risultano molto convenienti e tra queste anche il modello Workforce WP-M4015dn,
va però segnalato che la cartuccia data in dotazione non con il primo acquisto della stampante è al 25% di resa dichiarata, una cartuccia quindi da 2500 copie e non da 10 mila copie che è la durata della cartuccia che andremo ad acquistare in seguito.

Come Stampare solo in Bianco e nero con una Epson?


 

Molto probabilmente se ti ritrovi a leggere questo articolo è perché sei stufo di vederti bloccato dalla tua Stampante Epson che ti costringe a cambiare alcune cartucce di colori che magari al momento non ti interessano per poter proseguire la stampa in bianco e nero,
è un problema che hanno avuto tutti gli utenti Epson fin dalle primissime versioni Epson Stylus comparse sul mercato negli anni 90.

Generalmente una delle possibili opzioni messe a disposizione dell’utenza era quella di poter continuare a stampare con i 3 restanti colori qualora terminasse la cartuccia del nero,
questa opzione veniva data proprio per terminare quei lavori urgenti senza costringere per forza l’utente al cambio cartuccia.

Se da una parte questa opzione poteva risultare comoda,
dall’altra è pur sempre vero che è più costosa rispetto alla stampa classica fatta con una Cartuccia monocromatica in quanto
la stampante per poter lavorare ha la necessità di mescolare tutti e 3 i colori per poter simulare una stampa in bianco e nero.

Successivamente questa opzione è stata eliminata sulla nuova generazione di stampanti che una volta terminato il nero si bloccano e ne richiedono la sostituzione,
d’altro canto è stata resa possibile una nuova opzione che farà contenti sicuramente molti utenti Epson,
cioè l’opzione di poter stampare solo in modalità scala di grigi quindi in bianco e nero temporaneamente se termina qualche altro colore.

Per poter fare questo bisogna entrare nelle Impostazioni della Stampante,
e modificare le preferenze di stampa dalla Modalità di stampa a colori a quella in Scala di grigi,
in questo modo è possibile continuare a stampare anche soltanto in bianco e nero.

A questo punto lanciando la stampa,
comparirà nuovamente una Finestra di stampa raffigurante lo Status Monitor Epson in cui viene richiesta l’azione Print Black,
cioè stampa in bianco e nero per poter stampare solo in bianco e nero

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress