Search Results for: come e fatta una testina della stampante

Procedura Controllo Ugelli su Stampante Epson

Test_Controllo_Ugelli_Stampante_Epson

Come preannunciato nella parte finale del post che ha riguardato un particolare problema riscontrato su alcuni modelli di stampanti epson inkjet,
cioè il difetto relativo alla stampa a strisce o con striature,
rispolveriamo un nostro cavallo di battaglia cioè un piccolo trucco che ci permette di comprendere in maniera semplice come fare per definire quali sono quei colori difettosi che vanno ad incidere senza dubbio sulla qualità della nostra stampa.

Per comprendere al meglio quali colori sono difettosi dobbiamo procedere con un test di controllo ugelli,
un test che generalmente va lanciato da computer,
eccezion fatta per quei modelli inkjet dotati pannello di controllo touch screen sulla stampante,

grazie ai quali possiamo effettuare il test ugelli senza intervenire da pc

La stragrande maggioranza dei modelli epson di vecchi generazione però non ha display a colori ne tanto meno touch screen,
quindi bisogna intervenire da computer per lanciare il nostro test controllo ugelli che indipendentemente da quale modello Epson stiamo utilizzando va ricercato nelle
preferenze di stampa – utility o manutenzione – controllo ugelli,
a questo punto la stampante effettuerà una breve stampa con un motivo che riporta i  4 o 6 colori che fanno parte della stampante,
vedi figura in alto,
se tra questi notiamo un colore assente o la qualità già a prima vista risulta scadente allora è molto probabile che il difetto di qualità di stampa sia imputabile proprio a quella cartuccia.

Nell’immediato la soluzione più rapida è quella di effettuare una pulizia delle testine e di seguito un nuovo controllo ugelli,
se il difetto persiste è possibile passare a tecniche avanzate come ad esempio il liquido sblocca testine negli ugelli al posto della pulizia testina da software,
anche questa procedura è stata da noi spiegata e proposta diverse volte in passato,
in entrambi i casi si tratta di soluzioni low-cost,anche se tra la due operazioni l’ultima con il liquido sblocca testine si lascia preferire soprattutto per i costi molto più economici rispetto alla procedura pulizia testine con cartucce in quanto quest’ultime nel giro di pochi cicli di pulizia potrebbero scaricarsi senza aver risolto il problema e per giunte senza che siano state utilizzate per qualche stampa.

 

Incoming search terms:

Pulizia ordinaria degli ugelli su una Stampante Epson Inkjet

Nel precedente articolo abbiamo capito quali sono i rischi di avere una stampante epson e tenerla ferma per un tempo prolungato,
e cioè l’otturazione degli ugelli che portano ad una scarsa qualità delle stampe,
generalmente se  prendiamo il manuale della stampante oppure lo scarichiamo direttamente dal sito Epson,
quello che ci viene detto nella sezione Risoluzione dei Problemi e di entrare nelle utility di stampa e lanciare ripetutamente dei
cicli di pulizia delle testine,
terminata l’operazione seguirà un secondo avviso in cui viene chiesta una verifica degli ugelli attraverso un Controllo Ugelli.

A volte se fatta in tempo questa procedura può essere risolutiva nel senso che si riesce a rimettere in sesto la stampante ed a tornare ad una qualità di stampa decente,
spesso e volentieri però solo con questa procedura il problema non lo si risolve,
bisogna quindi andare oltre,
di regola fino a qualche tempo fa la tappa successiva era quella di passare direttamente alla manutenzione straordinaria della stampante,
smontando la testina e pulendola da dentro,
sicuramente un operazione alla portata di pochi,
onestamente non riesco ad immaginare una donna con la pazienza di smontare una testina di stampa,
lavarla, pulirla e rimontarla,
di seguito eseguire dei test di stampa 🙂 .

Per ovviare a questo problema vista la domanda crescente nel mercato,
si è pensato di studiare dei liquidi adatti alla pulizia delle testine,
in grado di sciogliere eventuali incrostazioni di inchiostro ma allo stesso tempo senza andare ad aggredire la piastra di silicio delle testina ne tanto meno i contatti in rame.

Questa tipologia di liquido viene chiamato liquido sblocca testine ed è in grado se usato bene di risolvere problemi che spesso la procedura di pulizia testine eseguita da pc oppure direttamente dal pannello di manutenzione stampante non è in grado di fare,
oltretutto l’utilizzo del liquido pulisci testine a differenza della pulizia testine diretta con le cartucce è meno costoso,
in quando insistendo con la pulizia fatta da pc si rischia di consumare al 100% le cartucce senza risolvere il problema ed essendo costretti a comprare nuovamente le cartucce.

Uno dei nomi con i quali viene citato questo liquido e “liquido magico”;
Magic Liquid proprio perché in teoria riesce a risolvere un bel po’ di problemi;
in parte abbiamo gia visto come utilizzare questo liquido concluderemo il discorso nel prossimo post dando uno sguardo a quella che è la composizione chimica del prodotto e cosa lo differenzia da altre tipologie di prodotti analoghi.

Incoming search terms:

Quanto Scannerizzo consumo Inchiostro?

 

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto una richiesta attraverso il nostro form dei contatti in cui un utente possessore di una
Stampante Multifunzione Epson inkjet ci domandava se nel momento in cui utilizzava lo Scanner sulla propria stampante per salvare qualche documento oppure inviarlo via email,
consumasse inchiostro.

La Risposta naturalmente è No,
nel momento in cui effettuiamo la Scansione di un documento utilizzando lo Scanner della propria Stampante Multifunzione, naturalmente non andiamo a consumare inchiostro di nessun genere,
probabilmente la richiesta è stata fatta perché a volte non ci si riesce a rendere conto come sia possibile che magari siano terminate ad esempio anche le cartucce a colori, sebbene queste sono state utilizzate ben poco oppure per niente,
allora magari può venire il dubbio che la stampante consumi inchiostro anche quando si scannerizza un documento,
ma la risposta è sempre No.

Le cause per cui le cartucce possono esser durate poco o nulla,
possono essere molteplici, può dipendere ad esempio da un mancato funzionamento del chip delle cartucce,
può capitare infatti che una cartuccia venga segnalata vuota ed invece non lo è per nulla,
negli anni sono stati tanti i casi in cui l’utente medio, tirava fuori la cartuccia considerata vuota e magari la portava con se come cartuccia da mostrare al venditore per acquistarne un’altra, rendendosi conto solo in seguito che nella cartuccia c’era ancora inchiostro.

In alcuni casi invece se si effettuano dei cicli di pulizia testine magari per cercare di correggere qualche anomalia nella qualità di stampa dovuta magari all’intasamento di uno o più ugelli si consuma molto inchiostro,
anche in questo caso è probabile che si consumino le cartucce senza esser state effettivamente utilizzate.

Ultima ipotesi che può venire in mente è quella dovuta ai cicli automatici di pulizia testine,
tutte le stampanti epson sono programmate infatti per effettuare un piccolo ciclo di pulizia testine alla riaccensione della stampante e ad ogni eventuale cambio delle cartucce,
questo sta a significare che nel giro di qualche mese diminuiscono i livelli d’inchiostro fino a portare all’effettivo esaurimento delle cartucce senza che questa siano state utilizzate.

Insomma abbiamo visto come i casi di consumo delle cartucce possano essere molteplici anche senza effettivamente utilizzare le cartucce per stampare,
questo genere di problemi non riguarda però le operazioni che andiamo ad effettuare con la Scanner,
se quindi hai avuto un finora un dubbio del genere che ti ha mantenuto dall’utilizzare lo Scanner con una certa frequenza,
allora d’ora in poi sappi che puoi utilizzare tranquillamente lo Scanner della tua Stampante perché questo non ti costa nulla.

Per noi questa sembrerebbe una cosa scontata ma magari non lo è per chi è alle prime armi,
e quindi speriamo di essere stati di aiuto con questa breve precisazione,
se lo siamo stati per favore lasciaci un feed-back!!!

 

Incoming search terms:

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress