Search Results for: stampante consuma troppo inchiostro

Trucco per consumare completamente le Cartucce Epson

Reset_Chip_Cartucce_Epson

Più di un lettore del blog ci sta chiedendo informazioni circa la possibilità di trovare una soluzione al fatto che spesso e volentieri le cartucce utilizzate su Stampanti Epson inkjet non vengono sfruttate del tutto,
con la conseguenza che si è costretti a cambiarle nonostante al loro interno ci sia ancora una piccola quantità di inchiostro,
purtroppo però non sempre è possibile trovare delle soluzioni a questo problema.

Diversi mesi fa abbiamo già trattato l’argomento ed abbiamo spiegato che le stampanti epson a getto d’inchiostro nella stragrande maggioranza dei casi vengono programmate in maniera tale che una volta installata una cartuccia è raggiunto un determinato numero di passaggi in un dato punto della stampante,
il contatore della stampante rileva che la cartuccia è esaurita e che quindi bisogna procedere con la sostituzione della stessa,
fin qui non ci sarebbe nulla di male se non altro che una volta estratta la cartuccia ci si rende conto che quasi sempre un po’ d’inchiostro all’interno delle cartucce è presente,
in alcuni casi addirittura se il chip della cartuccia è difettosa,
in questo caso parliamo di cartucce compatibili,
la cartuccia può risultare vuota dopo poche stampe ma in realtà non lo è quindi si rischia di tirar fuori la cartuccia dalla stampante e rendersi conto che questa è ancora piena e tra l’altro perde pure inchiostro.

Il problema ad oggi sorge sulla nuova generazione di cartucce epson,
nello specifico su tutti parliamo dei codici Epson 18 cartucce utilizzate sui modelli più economici Epson Expression Home,
Epson 16 cartucce utilizzate su alcuni modelli worforce,
Epson 24 Cartucce fotografiche per Epson Expression Photo ed Epson 26 Cartucce utilizzate su Stampanti Epson Expression Premium,
in tutti questi casi ad oggi non siamo a conoscenza di possibili reset da effettuare su tali cartucce ne tanto meno dovrebbero esserci presenti dei Chip resetter per queste Cartucce,
qualora dovessero uscire dei Resettatori allora l’unica possibilità potrebbe essere quella di procedere con il reset del chip delle cartucce che risultano scariche.

La procedura di Reset con il Resettatore è una procedura che noi abbiamo spiegato più volte ed è proprio il trucco che noi abbiamo più volte segnalato come possibile alternativa alla sostituzione delle cartucce scariche,
primo per poter sfruttare fino in fondo l’inchiostro presente nelle cartucce stesse,
secondariamente perché se proprio si vuole evitare la sostituzione delle cartucce su stampanti di vecchia generazione epson,
il trucco più semplice da attuare è proprio quello di azzerare il chip delle cartucce e procedere con la stampa solo in bianco e nero senza necessariamente sostituire i colori terminati.

Questa è ad oggi la situazione riguardante le cartucce inkjet epson,
rimane comunque un dibattito aperto anche e soprattutto a coloro i quali vorranno segnalarci alternative oppure eventuali scoperte a ciò che ora abbiamo segnalato.

Incoming search terms:

La tua Epson consuma colore senza utilizzarlo?

 

Probabilmente se ti ritrovi a leggere questo articolo è perché non riesci a capacitarti del perché la tua Stampante Epson ti stia segnalando cartucce a colori vuote oppure in esaurimento senza che in realtà tu le abbia utilizzate o comunque nonostante le stampe a colori siano state veramente poche.

Purtroppo è un problema che in molti ci hanno posto nel corso di questi anni increduli di ciò che gli era capitato,
quasi convinti che ci fossero dei problemi sulla propria periferica,
in realtà non ci sono dei problemi,
bensì dipende dalla tecnologia utilizzata proprio sulle stampanti a getto Epson;
su questa tipologia di Stampanti sia alla Riaccensione della periferica che ad ogni cambio cartucce,
partono in automatico dei cicli di pulizia che servono per far riprendere il flusso di inchiostro attraverso i condotti che trasportano inchiostro dalle cartucce alla testina di stampa e di conseguenza al foglio di carta.

Per evitare che gli ugelli rimangano tappati e di conseguenza la qualità delle stampe decada in maniera inesorabile,
le stampanti sono state programmate proprio con questo criterio,
a volte comunque questo serve a ben poco soprattutto se la stampante rimane ferma per molto tempo oppure vengono utilizzate
cartucce compatibili con inchiostri scadenti e differenti dall’inchiostro originale che finiscono per otturare gli ugelli nel giro di qualche stampa o comunque di qualche ciclo di sostituzione della cartucce.

Ecco quindi,
e qui ci riallacciamo all’argomento principale di questo articolo,
che possiamo dare una spiegazione del perché la tua Epson improvvisamente si ritrovi con i colori in esaurimento nonostante l’utilizzo sia stato realmente limitato,
certamente nonostante ciò che sopra abbiamo spiegato,
le cartucce non dureranno pochi giorni ma se realmente l’utilizzo e basso o quasi nullo passeranno diversi mesi prima che queste si esauriscano e a quel punto se non serve nemmeno qualità nelle stampe visto che non stampi a colori,
puoi optare per cartucce compatibili low-cost.

Potrebbe essere questa una buon soluzione e non quella ad esempio di impostare la stampante nella modalità Stampa in scala di grigi,
anche perché questa operazione in questo caso non avrebbe alcun senso visto che non può andare ad incidere su quella che è la programmazione normale della stampante.

 

Incoming search terms:

Cartucce Epson T0891 durate pochissimo?

Cartuccia_Epson_T0891

Più di un lettore del blog nel corso di questi mesi ci ha contattato chiedendoci come mai le Cartucce serie T0891 durano poco, e se era possibile che nonostante la stampante avesse stampato prevalentemente in bianco e nero alla fine erano terminati anche i colori,
nella maggior parte dei casi alla fine il nostro interlocutore ci ha chiesto se a nostro avviso c’era un guasto sulla stampante?

A dire il vero non possiamo affermare con assoluta certezza che non ci siano dei guasti sulla stampante, a meno che non verifichiamo con dei test eventuali anomalie nella periferica,
tralasciando però questa casistica abbastanza rara soprattutto se utilizziamo consumabili originali Epson, allora la risposta da dare ai nostri lettori è abbastanza semplice,
e cioè che le Cartucce serie T0891 per intenderci la serie di Cartucce Epson con lo scimpanzè dura poco perché nelle cartucce è presente poco inchiostro,
fortunatamente per la cartuccia del nero qualcosina in più la troviamo,
la Cartuccia T0891 ha quasi 6ml di inchiostro,
mentre per quanto riguarda le cartucce a colori, quindi le Cartucce T0892/893 ed 894 la quantità d’inchiostro al proprio interno è veramente irrisoria,
stiamo parlando di poco più di 3ml d’inchiostro che a conti fatti considerando i cicli di pulizia che la stampante compie nel momento in cui la riaccendiamo oppure nel momento in cui sostituiamo una cartuccia che potrebbe essere ad esempio il nero, vuol dire praticamente che è come se nelle cartucce ad inchiostro non ci sia per niente inchiostro.

Mi rendo conto che questa può sembrare una esagerazione ma è così,
in parte forse lo è ma dalla nostra esperienza e soprattutto dai feed-back che ci giungono dagli utenti la realtà dice che la serie di
cartucce Epson T0891/895 è una delle serie di Cartucce che più in assoluto ha posto il problema della durata,
veramente troppo esigua.

Se ci chiedete possibili soluzioni, senza andare troppo lontani il nostro consiglio è quello di utilizzare  la serie di Cartucce T0711 visto che comunque tutte le stampanti Epson che utilizzano le Cartucce serie Scimpanzè possono utilizzare anche le Cartucce serie Ghepardo e questo perlomeno garantisce una durata delle cartucce superiore sebbene il costo copia poi alla fine si equivalente.

Naturalmente le soluzioni migliori per risparmiare sono quelle relative all’utilizzo di Cartucce Compatibili oppure ricaricabili,
l’offerta naturalmente non manca,
è possibile spaziare da cartucce standard a cartucce ad alta capacità,
oppure per coloro i  quali stampano molto è anche possibile optare per l’acquisto di Cartucce vuote ricaricabili no sponge o addirittura per sistemi di ricarica continua denominati Ciss.

Insomma le soluzioni ci sono,
e se il problema è la durata troppo esigua di queste cartucce allora nell’immediato la soluzione è quella di optare per sistemi alternativi tra i quali sopra descritti,
a patto che realmente i consumi siano abbastanza elevati,

altrimenti se i consumi sono bassi la soluzione ideale rimane sempre quella di utilizzare Cartucce originali.

Incoming search terms:

Approfondimento su Cartucce Epson Originali e Compatibili

 

Avremmo potuto creare un articolo in cui venivano messi a confronto gli inchiostri originali utilizzati sulle stampanti epson e quelli che vengono chiamati compatibili,
utilizzabili proprio su queste stampanti ma aldilà di quelle che sono le differenze a noi serve approfondire maggiormente il discorso riguardante l’utilizzo o meno degli inchiostri compatibili.

Certamente se i costi degli inchiostri originali fossero stati in molti casi più abbordabili il problema non si sarebbe posto,
è logico che utilizzare un prodotto originale studiato e creato proprio per quell’apposita macchina sia meglio rispetto all’utilizzo di un inchiostro che viene adattato per quella macchina,
ma visto che i costi invece di diminuire continuano in alcuni casi anche ad aumentare è normale che i consumatori siano alla ricerca di prodotti alternativi che per le stampanti epson inkjet vengono chiamati prodotti compatibili,
visto che per questa tipologia di cartucce epson è possibile creare da zero un prodotto compatibile senza per forza essere costretti a riempire un vuoto originale come per il caso di alcune cartucce con testina integrata HP e Canon.

Nel momento in cui si fa la scelta di utilizzare dei prodotti compatibili quello che è importante è la scelta di un prodotto che possa garantire bene o male le stesse performance del prodotto originale sia per quanto riguarda la durata sia per la qualità delle stampe logicamente offrendo allo stesso tempo un risparmio rispetto a quelli che sono i costi di stampa dei prodotti originali.

Proprio per questo chiediamo a voi lettori di stampanti epson e a coloro i quali stanno utilizzando una stampante epson e sulla quale utilizzano cartucce compatibili di segnalarci prodotti compatibili da loro testati con una certa frequenza e che gli abbiano permesso negli anni di poter utilizzare la propria stampante senza grossi problemi,
naturalmente diminuendo anche quelli che sono i costi di gestione.

Dalla nostra possiamo consigliare di utilizzare le cartucce compatibili solo nei casi in cui i consumi sono abbastanza elevati e quindi si è costretti spesso a cambiare le cartucce in alcuni casi anche in blocco,
e di scegliere sempre prodotti di qualità visto che è un problema troppo frequente il fatto che utilizzando cartucce compatibili scadenti nel giro di qualche mese si inizino ad avere problemi sulla qualità delle stampe.

Soprattutto se i consumi sono bassi e si stampa raramente è opportuno utilizzare cartucce originali

per il semplice fatto che le
cartucce compatibili hanno la tendenza ad asciugarsi prima rispetto alle cartucce originali ed in secondo luogo che l’inchiostro compatibile tende ad incrostarsi di più negli ugelli rispetto a quello originale con la conseguenza che si è costretti poi a consumare una serie di cartucce per tentare almeno di rimettere in sesto la stampante,
nel corso degli ultimi anni abbiamo avuto talmente tanti casi del genere che ci sentiamo il dovere di segnalarli senza però denigrare i prodotti compatibili visto che per molti utenti sono stati una vera e propria ancora di salvezza,
soprattutto in questo particolare periodo storico.

 

 

Copyright © All Rights Reserved · Green Hope Theme by Sivan & schiy · Proudly powered by WordPress